Home News Il cigno ferito esce dall’acqua e cerca aiuto al bar nelle vicinanze...

Il cigno ferito esce dall’acqua e cerca aiuto al bar nelle vicinanze – FOTO

Tra i tavolini del bar vicino al lago alcuni passanti hanno notato il cigno ferito che probabilmente era in cerca di aiuto.

cigno ferito bar
Il cigno mentre si aggira tra i tavolini del bar del Santuario del Lavello (Foto Facebook – Cristina Valsecchi)

Alcune persone avranno pensato che l’aperitivo del bar del Santuario del Lavello doveva essere davvero buono se ad aspettarlo tra i tavolini esterni si trovava persino un cigno. Purtroppo però quel povero animale si trovava lì non per spiluccare e sorseggiare qualcosa in compagnia ma perché era in difficoltà e cercava forse qualcuno che si accorgesse di lui. Il cigno è uno degli animali selvatici che popola il fiume Adda che scorre a poca distanza dal santuario e dal locale. L’animale è stato notato da alcuni passanti che hanno subito pensato gli servisse aiuto e hanno così deciso di contattare l’assessore Cristina Valsecchi.

Un cigno si aggira tra i tavolini del bar per cercare aiuto per la sua ala ferita

cigno ferito bar
L’ala ferita e senza alcune piume del povero cigno in difficoltà (Foto Facebook – Cristina Valsecchi)

Non è raro trovare animali selvatici che si aggirano attorno a luoghi frequentati solitamente dalle persone. Spesso accade perché questi vengono attirati dal cibo che i frequentatori dei bar e dei ristoranti lasciano cadere a terra e loro ne approfittano per nutrirsi un po’ con qualcosa di diverso da quello che solitamente trovano in natura.
Nel caso del cigno che si aggirava tra i tavolini del bar del Santuario del Lavello di Calolziocorte, però, le motivazioni erano ben altre e per sua fortuna alcuni passanti hanno notato la strana presenza e hanno deciso di approfondire.

Ti potrebbe interessare anche >>> Un cigno maschio accudisce i suoi cuccioli da solo dopo la brutta notizia

Il complesso monastico Santa Maria del Lavello si trova nel comune di Calolziocorte, nella Valle San Martino in provincia di Lecco, e proprio lì a fianco scorre il fiume Adda.
Il fiume è popolato da diversi animali selvatici che sono spesso l’attrazione delle persone che decidono di passeggiare lungo le sue rive. Tra questi anche diversi esemplari di cigni.
Ed è proprio uno di questi animali che negli scorsi giorni è stato avvistato mentre si aggirava tra i tavoli del bar del luogo.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Alcuni passanti lo hanno notato e incuriositi dalla sua presenza hanno percepito che qualcosa non andasse. Inizialmente si credeva che l’animale fosse ferito ad una zampa e per questo hanno deciso di contattare Cristina Valsecchi, assessore alla Protezione civile.
La donna si è dunque recata sul posto e ha potuto verificare con i suoi occhi la presenza dell’animale ferito, ma il problema non era la sua zampa bensì una delle sue ali.

Ti potrebbe interessare anche >>> Un’amicizia particolare tra un cane e un cigno: attimi meravigliosi -VIDEO

L’assessore ha dunque deciso di contattare la Polizia provinciale e il Cras- Centro Recupero Animali Selvatici – “stella del Nord”. Gli operatori si sono subito recati sul luogo e hanno preso in cura il cigno ferito. L’animale presentava un problema ad una delle sue ali che appariva senza piume e probabilmente si era rotta rimanendo incastrata. Ora il cigno si trova tra le mani degli esperti del Cras per le cure necessarie e una volta che si sarà ripreso verrà riportato nel suo luogo naturale, libero di tornare insieme agli altri esemplari della sua specie. (G. M.)