Home News Il povero cinghiale inseguito dai cacciatori che si è buttato in mare

Il povero cinghiale inseguito dai cacciatori che si è buttato in mare

Alcuni cacciatori hanno inseguito un cinghiale: l’animale selvatico, pur di sfuggire alla cattura, si è buttato in mare, rischiando la vita

cinghiale inseguito cacciatori buttato mare
Il cinghiale che si è buttato in mare perché inseguito dai cacciatori (Foto Facebook)

Un cinghiale è scappato dai cacciatori, che lo hanno inseguito con i fucili spianati: l’animale, pur di salvarsi la vita, si è buttato in mare. Una storia che arriva da Savona e che strazia il cuore: quell’animale, infatti, sarebbe potuto affogare se solo non fosse stato per l’intervento di alcune persone dal cuore d’oro, che hanno evitato il peggio per il fuggitivo, che è stato portato in salvo.

la storia del povero cinghiale inseguito dai cacciatori che si è buttato in mare

cinghiale ricorso corte costituzionale
Un cinghiale mostra le sue zanne (Foto Facebook Passione Cinghiale)

I cani da caccia abbaiavano, da lontano si sentivano gli spari: quel cinghiale era spaventato a morte quando ha iniziato la sua corsa per provare a raggiungere la salvezza. Il mammifero selvatico, infatti, ha corso fino ai limiti del bosco, ritrovandosi su una spiaggia tra Albisola Superiore e Savona. Una volta sulla battigia, l’animale non si è fermato: è entrato in acqua e ha iniziato a nuotare con tutte le sue forze, giungendo a due miglia dalla costa ormai stremato.

Ti potrebbe interessare anche: Mamma cinghiale ferita con una freccia, gli abitanti di un quartiere la salvano

Per sua fortuna, un istruttore di vela si trovava nei paraggi: l’animale, infatti, è stato notato dall’uomo, che lo ha raggiunto con la sua imbarcazione e con una cima lo ha legato. Quindi ha allertato i Vigili del fuoco, che sono intervenuti sul posto. Tuttavia, anche i pompieri hanno incontrato delle difficoltà nel portare a termine l’operazione di salvataggio, visto quello che l’animale aveva appena vissuto sulla sua pelle.

Il difficoltoso salvataggio del cinghiale dalle acque del mare

cinghiale
Un cinghiale (Foto Pixabay)

Sembrava tramortito, indebolito da quella sfiancante nuotata. E invece non appena lo abbiamo caricato sul gommone si è all’improvviso rianimato. Era spaventato, terrorizzato. Un bestione di quel peso, di una ottantina di chili, era impossibile da tenere. E così lo abbiamo ributtato in acqua e tenendolo legato con una cima alla prua, piano piano, ci siano avvicinati alla riva“, hanno raccontato i Vigli intervenuti.

Ti potrebbe interessare anche: Cinghiale infilzato da una freccia avvistato nel quartiere Montemario a Roma

Arrivati sulla spiaggia, i pompieri hanno aspettato che l’animale si riprendesse, prima di togliergli la corda che lo teneva legato. Lui, però, è fuggito nuovamente verso il mare, terrorizzato forse dal ritorno nel bosco, il luogo in cui aveva incontrato i cacciatori. Tuttavia, i Vigili del fuoco gli hanno salvato nuovamente la vita, catturandolo. Il secondo tentativo di liberazione è andato a buon fine: l’animale è scappato velocemente tra gli alberi, facendo perdere ogni tracia di sé.

Matteo Simeone