Home News Comandi ai cani: quale lingua va utilizzata?

Comandi ai cani: quale lingua va utilizzata?

Addestrare il proprio amico a quattro zampe è tutt’altro che semplice, ma se si seguono le regole di base è possibile ottenere dei risultati alquanto soddisfacenti in pochissimo tempo. In molti infatti commettono una serie di errori davvero banali, che però fanno una grande differenza e che compromettono in modo spesso molti importante tutto il lavoro fatto. Uno di questi è l’utilizzo della lingua sbagliata nell’impartire i comandi al proprio cane.

Addestramento del cucciolo (Screen video)
Addestramento del cucciolo (Screen video)

Se i migliori allevatori fanno sempre riferimento a degli insegnanti di tedesco online un motivo c’è e converrebbe seguire il loro esempio. È infatti questa la lingua per eccellenza che si dovrebbe utilizzare con i cani, per svariate ragioni che adesso andremo a vedere nel dettaglio.

Perchè usare il tedesco per addestrare il proprio cane

Il tedesco è la lingua maggiormente utilizzata, da sempre, per impartire gli ordini agli amici a 4 zampe. Visto che non parliamo certo dell’idioma più parlato a livello internazionale, vale la pena chiedersi perché mai proprio il tedesco sia quello più usato dai professionisti cinofili. Di ragioni ce ne sono davvero molte e conviene andare a vederle una per una.

#  È una lingua diversa da quella che sente tutti i giorni

Innanzitutto, noi italiani abbiamo un motivo in più per utilizzare il tedesco nell’impartire ordini ai nostri amici a 4 zampe ed è il fatto che non si tratta dell’italiano. I cani infatti non comprendono quello che diciamo quando parliamo tutti i giorni, ma hanno una grande abilità nel memorizzare i vari suoni che escono dalla nostra bocca. Le parole che pronunciamo dunque suonano loro familiari, proprio perché si abituano a sentirle di giorno in giorno. Addestrarli in italiano non sarebbe efficace prima di tutto per questo motivo: gli ordini rischierebbero di combaciare con suoni già sentiti o che risultano loro familiari e ciò potrebbe creare molta confusione. Non solo: anche gli stessi padroni riescono a concentrarsi meglio se devono pronunciare dei termini nuovi, usati specificatamente per impartire ordini al proprio cane.

# Il tedesco ha suoni più autorevoli

Secondo i ricercatori, i cani prestano una grande attenzione al tono con cui vengono pronunciati i comandi e al suono delle varie parole. Loro non sono naturalmente in grado di comprendere il significato di ciò che gli viene detto, ma sono portati ad attribuire un differente valore alle parole in base a come suonano. Il tedesco è una lingua che non si può considerare molto dolce, cosa che invece si potrebbe dire ad esempio del francese o dell’inglese. Ecco perché è più indicata per impartire ordini agli amici a 4 zampe: ha dei suoni più autorevoli e “duri”.

# Il tedesco è una lingua più accessibile ai cani meno intelligenti

Secondo alcuni ricercatori, i cani dotati di una mentalità più ristretta riescono a comprendere e memorizzare con maggior facilità i suoni della lingua tedesca piuttosto che quelli in inglese. Questo confermerebbe il fatto che risulta più efficace addestrare gli amici a 4 zampe in tale lingua, anche se non è ancora del tutto chiaro se si tratti di una diceria o di un fatto accertato.