Home News I consigli della Lipu e dell’Enpa per proteggere i volatili dal freddo

I consigli della Lipu e dell’Enpa per proteggere i volatili dal freddo

I consigli della Lipu e dell’Enpa per proteggere i volatili dal freddo. Una serie di espedienti che li mettono al riparo dal gelo

Un volatile (foto Pixabay)
Un volatile (foto Pixabay)

Gennaio è il mese tipico delle basse temperature. Freddo e gelo sono i protagonisti indiscussi delle giornate di tutti. Un aspetto che non entra a far parte solo della vita di noi esseri umani ma anche degli animali. Quest’ultimi, in modo particolare, si ritrovano a soffrire maggiormente il freddo e il fenomeno coinvolge anche gli uccellini che in questo periodo hanno più difficoltà a trovare del cibo. Tuttavia, esistono una serie di accorgimenti che possono aiutarli, eliminando il loro disagio. Vediamo insieme in che modo…

Potrebbe interessarti anche: I 4 alimenti utili per proteggere i nostri animali dal freddo

I consigli della Lipu e dell’Enpa per proteggere i volatili dal freddo 

Uccellino sul ramo innevato (Foto Pixabay)
Uccellino sul ramo innevato (Foto Pixabay)

I consigli utili per risolvere la situazione sono stati stilati dalla Lipu (La Lega italiana protezione uccelli) e dall’Enpa (l’Ente nazionale protezione animali) che hanno ideato una campagna finalizzata al salvataggio dei volatili con dei trucchi molto semplici da applicare. I destinatari sono diversi tipi di uccelli come passerotti, pettirossi, merli, e tanti altri. La prima cosa che bisogna fare è quella di mettere del cibo sui davanzali delle finestre, dei balconi e nei giardini. La scelta è vasta perché si può scegliere tra arachidi non salate, semi di girasole o di zucca, noci o palline di grasso con semi facilmente reperibili nei supermercati. Non conta quale sia l’alimento scelto, l’aspetto importante da tenere in considerazione riguarda la protezione che bisogna affidare agli animaletti. Il cibo infatti, deve essere posizionato in un luogo lontano dai predatori, evitando così, di metterli in pericolo. Un esempio lo ritroviamo nei gatti, che possono trasformare gli uccelli in facili prede da catturare.

Potrebbe interessarti anche: Neve in Italia, consigli per proteggere gli animali dal gelo

Al cibo è molto utile affiancare una porzione di acqua. Il migliore accorgimento consiste nel posizionamento di due ciotole che servono per due scopi diversi. Una, specialmente se è in terracotta, permette ai piccoli di fare il bagno, un espediente che gli consente di mantenere il piumaggio in ordine e li protegge dal freddo. L’altra invece, per dissetarli. Poi, un’ulteriore protezione può derivare dal posizionamento di una piccola casetta che li ripara dal gelo e dalla neve. In relazione a quest’ultimo aspetto, è importante mettere il rifugio in uno spazio sicuro, immerso nella tranquillità, e soprattutto che sia molto distante dai predatori. Una serie di piccoli gesti servono sempre a salvare una vita. Non dimentichiamolo.

 

Benedicta Felice