Home News Convivenza cane e gatto: come fare

Convivenza cane e gatto: come fare

CONDIVIDI
convivenza cane e gatto
cane e gatto

Che sia un cane o un gatto, la scelta di convivere con un animale domestico dipende da molti fattori. Che sia lo spazio, il tempo da dedicare all’animale e le abitudini quotidiane. Ogni specie ha qualità specifiche che le rendono uniche. I cani e i gatti sono gli animali da compagnia più diffusi nelle famiglie e in molti casi è ormai frequente che in una casa vi siano sia un cane che un gatto. Ci sono razze di cani adatte a convivere con un gatto anche se in generale, quasi tutte le razze possono essere educate a relazionarsi con un felino domestico.

Bisogna ricordare che si tratta di animali appartenenti a specie diverse che imparano a relazionarsi e a comunicare tra di loro, così come un cane con un uomo o viceversa. La convivenza è possibile dal momento in cui si creano dei presupposti con i quali un esemplare accetti la presenza dell’altro.

Benefici convivenza cane gatto

Una cane è spesso più impegnativo di un gatto. Ha bisogno di essere portato fuori per fare i suoi bisogni, deve fare attività fisica e necessita di attenzioni e affetto. Il cane è un animale da branco a differenza del gatto che è principalmente un solitario, si rivela essere più indipendente, autonomo. Sicuramente, la relazione tra un cane e un gatto si basa sulla fiducia e il reciproco rispetto
Un cane e un gatto si tengono compagnia, dormono e giocano insieme e sicuramente riescono a stare più ore in assenza del padrone. Inoltre, il fatto stesso che appartengono ad una specie diversa aiuta il cane/gatto ad essere più socievole e ad accettare più facilmente la presenza di altri animali.

Si tratta anche di uno stimolo che si crea nell’interazione per cui sia il cane che il gatto imparano il linguaggio dell’altra specie.

Come comunicano il cane e il gatto

La comunicazione del cane e del gatto differiscono in molti modi. Per questo a volte è difficile che comunicano tra di loro.

  • il gatto alza la coda in segno di amicizia
  • la coda alzata per il cane è una sfida
  • il cane annusa il “di dietro” per conoscere l’altro
  • il gatto non ama essere annusato in quella area del corpo
  • muso a muso per il cane è una sfida, per il gatto è un approccio amichevole
  • per giocare il cane scodinzola e inarca la schiena il gatto lo fa per attaccare

Insegnare al cane e al gatto a convivere

E’ sempre difficile un animale in una casa dove è già presente un altro esemplare. Che appartenga o no alla stessa specie, non fa differenza. Sia il gatto che il cane hanno i loro spazi e creato il loro territorio. La presenza di un altro animale equivale ad una vera e propria intrusione dei propri spazi.

Una delle migliori soluzioni è adottare sia il cane che il gatto quando sono cuccioli. Cresceranno insieme e questo non comporterà nessun problema ad una convivenza serena e armoniosa. Si tratta della condizione ideale così come introdurre uno dei due esemplari quando è cucciolo, faciliterà la convivenza.

  • Rispettare i tempi e lasciare i suoi spazi all’animale che vive già in casa
  • Se il gatto viene introdotto nella casa dove vi un cane, munirsi di pazienza e lasciare che si ambienti
  • Inizialmente, evitare che i due animali condividano gli stessi spazi.
  • Creando magari anche un recinto oppure dedicare una camera al gatto che non sia quella del cane
  • nel caso sia adulto, il gatto ha bisogno di un inserimento graduale
  • il cane di casa potrà invece vedere il gatto come un intruso o una preda
  • dare lo stesso affetto ad entrambi, mai trascurarli soprattutto in presenza dell’altro
  • suddividere bene le coccole in modo da evitare possibili gelosie
  • dare da mangiare ad entrambi contemporaneamente in modo che non si crei rivalità o aggressività tra i due esemplari

Ti potrebbe anche interessare–> Come creare armonia nella convivenza tra cani

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI