Home News Cucciolo ferito, un buon samaritano se ne prende cura – VIDEO

Cucciolo ferito, un buon samaritano se ne prende cura – VIDEO

Un cucciolo ferito tra la strada è stato accudito da un buon samaritano che invece dalla folla è stato definito “pazzo”, il video gira il web.

cane salvato da passante
Cane ferito accudito (Youtube)

Gli eroi esistono davvero e si trovano dentro ognuno di noi, una parola o un gesto gentili e nel momento giusto possono fare la differenza. La dimostrazione lampade è dell’uomo che ha fatto la cosa giusta, prendendosi cura di un cagnolino randagio, ferito dopo che questo è stato investito da uno scooter. La vicenda si è svolta in India, e questo eroe è stato solo deriso e chiamato pazzo per il suo gesto.

Cucciolo randagio ferito, il samaritano viene definito pazzo

Uomo pazzo salva cane
L’uomo e il cucciolo ferito (Youtube)

Il samaritano ha assistito alla scena drammatica del cagnolino che veniva investito da uno scooter, ed era palese gli avesse ferito una zampa. Subito l’uomo ha quindi preso in braccio il cagnolino investito e subito dopo, l’altro uomo che ha investito il cane ha iniziato a deriderlo e ha definirlo pazzo.

Ti potrebbe interessare anche >>> Ucraina: l’Italia accetterà gli animali anche senza passaporto (FOTO)

Dal momento in cui il pirata della strada ha iniziato a prenderlo in giro, anche la folla intorno testimone della vicenda, ha iniziato a deridere il buon samaritano. In India, infatti, è inusuale che i passanti si mettano a toccare i cani, soprattutto se sono randagi, per via delle malattie. La risposta dell’uomo alle risate è stata commovente.

Ti potrebbe interessare anche >>>  Cane aspetta 3 giorni il suo proprietario fuori dall’ospedale – VIDEO

Perché mi chiamate pazzo per essermi preso cura di questo cucciolo ferito? È nostro dovere proteggere e amare gli animali innocenti che non possono parlare e sono alla mercé degli umani per il cibo e il riparo.– Ribadisce l’uomo- Pensate che io sia pazzo per essermi presa cura di questo animale? Penso che la società debba essere empatica verso i cani e gli animali randagi“. L’uomo ha continuato il discorso, riflettendo sul fatto che si dovrebbero dare cibo e acqua agli animali e che loro non sono fortunati come loro che hanno un posto caldo dove andare. Conclude dicendo che si dovrebbe essere più empatici. (Lisa Girello)