Home News Diesel, parla l’agente delle forze speciali: “A primavera sarebbe andato in pensione”

Diesel, parla l’agente delle forze speciali: “A primavera sarebbe andato in pensione”

CONDIVIDI

diesel

A distanza di una settimana dal blitz a Parigi, durante il quale è morto Diesel, un pastore belga di 7 anni (clicca qui) è stato intervistato l’agente che per cinque anni è stato affiancato a questo straordinario esemplare, diventato un simbolo in tutto il mondo, tanto che la stessa Russia ha deciso di regalare un cucciolo alla Francia(clicca qui).

L’agente intervistato nel programma “Vos animaux” sul canale RMC ha raccontato con rammarico che Diesel sarebbe andato in pensione a Primavera: “Il ruolo di Diesel era di aprire la via al resto della colonna. Impiega tutti i suoi sensi per scoprire se vi siano individui e se si accorge della presenza di una persona, va nella sua direzione per morderlo. Altrimenti, inizia ad abbaiare se l’individuo è nascosto”.

“Abbiamo sentito dei colpi di fuoco ed ho pensato: non tornerà più”.

E’ quanto ha detto l’agente, spiegando la dinamica dei fatti di quel giorno: “Dopo uno scontro a fuoco è tornata una calma anormale e così, passati un paio di minuti, abbiamo deciso di mandare il cane, per essere sicuri che l’area era sgombera. Il cane ha fatto il giro di una prima stanza, successivamente parte di una seconda stanza quando ad un tratto si è lanciato verso qualcosa. Pensai che avesse individuato qualcuno. Poi ho sentito degli spari e ho capito che non sarebbe mai più tornato”.

Grazie a Diesel, ha poi aggiunto l’agente, è stata risparmiata la vita ad alcuni colleghi. I cani destinati a questo tipo di addestramento vengono selezionati tra i 12 mesi e i due anni e l’addestramento può durare tra i 12 e i 18 mesi: “La fiducia viene conquistata quotidianamente. Avevo una fiducia infinita in Diesel e viceversa, lui aveva fiducia in me. Parte dell’addestramento è basato sul gioco ed esercizi ludici”.

La risonanza internazionale della sua morte ha sorpreso l’agente delle forze speciali e al contempo, sottolinea “aiuta a superare la perdita di Diesel”. Adesso, il poliziotto vorrebbe un riconoscimento per il suo compagno 4zampe: “Sono stati dati molti riconoscimenti a dei cani. Diesel è il primo deceduto durante un intervento. Sarei soddisfatto se venisse decorato”.