Home News Disposto a morire per restare vicino al compagno investito

Disposto a morire per restare vicino al compagno investito

CONDIVIDI

“Potete immaginarlo? Questo dolce e fedele cucciolo, ridotto pelle ed ossa, pieno di ferite e d’infezioni, si stava lasciando morire per restare vicino al suo compagno, investito. Non si è mai allontanato per cercare da bere o da mangiare, restando al fianco di quel corpo ormai in decomposizione”, scrive una nota volontaria Jacquelyn O’Sullivan della  Rescue Dogs Rock che opera nello stato della Carolina del Sud, negli Stati Uniti.

Il cucciolo era stato notato da alcuni passanti che a distanza di giorni, vedendolo sempre nello stesso punto, hanno deciso di fare qualcosa, chiamando l’associazione animalista per salvarlo. “Non sarebbe durato ancora a lungo in quelle condizioni e soprattutto da solo”, ha aggiunto la volontaria.

Quando i volontari sono giunti sul posto si sono resti conto di quanto era accaduto. Molto probabilmente, i due cani, già trascurati sono stati abbandonati insieme. Nel tentativo di sopravvivere alle insidie, uno di loro è rimasto investito da un’automobile. Il compagno, chiamato Spyder, perché ritrovato la notte di Halloween, è rimasto in quel punto, senza mai allontanarsi dal corpo dell’amico.

Spyder era disposto a morire. Non sapeva cosa fare, dove andare senza quello che per lui rappresentava ancora la sua famiglia.

Grazie all’intervento dell’associazione, il piccolo Spyder è stato portato al rifugio: “Quando è arrivato era molto diffidente nei confronti delle persone. Ma allo stesso tempo felice di vedere che qualcuno lo stesse aiutando”,  ha commentato la volontaria.

Il cane era davvero in condizioni pessime: affamato e disidratato, mentre il suo corpo era pieno di ferite. Un cane diffidente con gli estranei che lentamente ha ripreso fiducia nella persone. Grazie alle cure e ai trattamenti, Spyder ha superato il periodo più critico. “Un cane fedele ma anche molto coraggioso”, hanno sottolineato gli operatori del rifugio .

Non appena le sue condizioni saranno migliorate del tutto, questo adorabile cucciolo potrà essere dato in adozione. Una storia di fedeltà  che commuove come molte altre vicende che di certo non sono passate inosservate, a cominciare da quella che si è verificata in Russia lo scorso anno, dove un cane era rimasto intrappolato nei binari. Il compagno, pur di non lasciarlo, è rimasto al suo fianco anche quando è sopraggiunto il treno. La loro lealtà ai sentimenti si rivela un insegnamento. Troppo volte continuiamo ad ignorare queste vicende per comodità e la necessità antropocentrica di sfruttare gli animali. Eppure, come dimostra Spyder, il regno di queste creature non è solo fatto d’istinto di sopravvivenza.

 

C.D.