Home News Dogsitter attaccato da un cervo a causa del cane senza guinzaglio (VIDEO)

Dogsitter attaccato da un cervo a causa del cane senza guinzaglio (VIDEO)

Molto spesso quando si passeggia in luoghi che si reputano tranquilli e lontani dai pericoli si commette l’errore di lasciare i propri animali domestici sciolti senza guinzaglio. Un dogsitter ha appena imparato però che se un luogo è tranquillo per il cane potrebbe non esserlo per alcuni animali selvatici o per se stesso.

Cane sciolto nel parco (Foto Pixabay)

Il video ripreso e postato sul social Twitter è stato girato in un parco nei pressi di Londra e riprende un momento critico. Un dogsitter stava passeggiando con il cane quando ritenendo il posto abbastanza tranquillo ha deciso di liberarlo dal guinzaglio per farlo correre libero nella radura.

Potrebbe interessarti anche :Cosa evitare con i cani: i comportamenti da non mettere in pratica

L’attacco del cervo per il cane senza guinzaglio

Cervo in natura (Pixabay)
Cervo in natura (Pixabay)

Dopo alcuni secondi dal video pubblicato  si può notare il grande errore dell’uomo, che viene praticamente attaccato da un cervo. Solitamente questi animali hanno paura dell’essere umano e tendono a non avvicinarsi, ma negli ultimi tempi si stanno verificando molti incidenti legati ai cani senza guinzaglio e gli animali selvatici.

I cervi che in natura sono delle prede, in questo periodo sono molto protettivi, la causa sono i loro cuccioli. Sembra infatti che gli attacchi più recenti siano dovuto al ferimento dei piccoli a causa di alcuni grossi cani lasciati in libertà,  molto probabilmente in questo caso i cervi vedendo il cane libero e temendo per la sorte dei loro piccoli hanno deciso di aggredire l’uomo.

Il video postato sul social ha riscosso molte critiche di persone che sostengono che i cani portati a spasso senza guinzaglio stiano diventando un problema serio nei parchi, in un commento è stato infatti scritto : “I cani senza guinzaglio sono un grosso problema per la fauna selvatica di Londra. Abbiamo bisogno di conseguenze reali per i proprietari di cani irresponsabili.”

Le regole dei parchi del Regno Unito sono chiarissime eppure c’è ancora qualcuno che mette a rischio non solo la vita degli animali selvatici, ma anche quella dei propri animali domestici e la propria.

In questo periodo poi, ovvero da maggio a luglio, avvicinarsi ai cervi è molto pericoloso, è infatti la stagione dei parti e i cervi sono molto più aggressivi per proteggere la propria prole rispetto ad ogni altro periodo.

Il responsabile del Richmond Park, Simon Richards ha infatti dichiarato : “Durante la stagione del parto dei cervi, consigliamo vivamente che i cani non vengano portati a spasso né a Richmond né a Bushy Parks ma, se ciò non è possibile, i cani devono essere al guinzaglio in tutte le aree del parchi”.

“Le femmine hanno paura che i cani facciano del male ai loro piccoli. La preoccupazione per il loro neonato significa che possono agire in modo difensivo nei confronti dei cani. Sono stati conosciuti per dare la caccia e attaccare, anche se il cane è a distanza e non agisce in modo provocatorio”.

“I dog sitter devono rimanere vigili, evitare le aree con una fitta vegetazione e attenersi al perimetro del parco”.

Dal 2020 sono stati registrati infatti 55 casi di cani che senza il guinzaglio hanno inseguito dei cervi il più delle volte ferendoli anche gravemente, a causa di questi inseguimenti molti proprietari di animali, hanno dovuto subire un processo per non aver tenuto sotto controllo il proprio animale domestico.

Chiunque abbia un animale domestico deve essere infatti responsabile della sua sicurezza, e lasciare i cani sciolti senza guinzaglio, all’interno di un parco con animali selvatici vuol dire mettere a repentaglio la vita di tutti gli animali e tal volta anche la propria.

Il fatto che il cervo abbia attaccato per difendere i propri cuccioli non può essere criticato e non si può assolutamente dare la colpa ad un animale che ha attaccato un essere umano solo per difendere i propri cuccioli.

Come troppo spesso accade infatti la colpa di tale evento può essere attribuita solo all’essere umano irresponsabile.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Loriana Lionetti