Home News Due cani abbandonati e legati ad un palo: quanta tristezza nei loro...

Due cani abbandonati e legati ad un palo: quanta tristezza nei loro occhi..

Due cani abbandonati e legati ad un palo. I quattro zampe non hanno il microchip quindi è difficile individuare il responsabile

I cani trovati legati ad un palo (Foto Facebook)
I cani trovati legati ad un palo (Foto Facebook)

Ne abbiamo parlato tante e troppe volte. Un fenomeno molto triste che suscita sentimenti contrastanti per ciò che viene compiuto ai danni di creature innocenti e fragili. Di cosa stiamo parlando? Del tema dell’abbandono che continua ad essere reiterato, nonostante gli appelli di associazioni, padroni e amanti degli animali. Questa volta è accaduto in Francia. Le vittime sono due cani legati ad un palo, vicino ad un canile.

Potrebbe interessarti anche: Tre cani abbandonati su un lenzuolo: l’ennesima mancanza d’amore

Due cani abbandonati e legati ad un palo, sono privi di microchip 

Labrador speranzoso (Foto Pixabay)
Labrador speranzoso (Foto Pixabay)

I quattro zampe stavano abbaiando, manifestando tutto il loro rammarico e la loro infinita tristezza per quello che hanno dovuto subire. Il padrone, colui che avrebbe dovuto ricoprirli di amore e di affetto, li ha lasciati soli, facendo perdere completamente le sue tracce. Una volontaria della struttura, dopo essere uscita insieme ai cani per fargli fare una passeggiata mattutina, si è accorta dei due pelosetti e ha lanciato immediatamente l’allarme. Uno di loro è un esemplare di pastore tedesco dal colore nero mentre un altro è un labrador color sabbia, più anziano rispetto al suo amico. Entrambi hanno sofferto molto per la decisione del padrone, anche se, probabilmente anche prima dell’abbandono il rapporto con lui non era idilliaco. Il labrador infatti ha riportato segni di automutilazione alle zampe dovuto sicuramente al forte stress provato.

Potrebbe interessarti anche: Il supereroe dei cani randagi: il suo obiettivo è offrirgli tanto aiuto -FOTO

La situazione per il rintracciamento del responsabile è complicata poiché i cani sono sprovvisti di microchip. Nonostante ciò, l’aspetto rassicurante riguarda il fatto che i cuccioli sono al sicuro perché per due settimane possono restare all’interno del canile. Poi, quando sarà trascorso questo tempo, potranno essere messi in adozione, sperando che possano trovare quella famiglia affettuosa che meritano di avere dopo tutto il dolore che hanno provato. Per individuare in breve tempo il responsabile, i membri dell’organizzazione se non riusciranno ad ottenere le informazioni ricercate, presenteranno una denuncia alle autorità competenti. Non si può sapere con certezza come siano andate le cose poiché le ipotesi più plausibili sono solo due. La prima riguarda il fatto che sono stati lasciati davanti alla struttura perché il canile era chiuso e la loro intenzione era quella di portarli al loro interno, mentre l’altra, concerne la scelta volontaria di abbandonarli.

Tuttavia, la cosa più importante di tutti è che i cani ora siano in salute e tenuti sotto controllo.. per il resto si spera che in breve tempo, si possano rintracciare i responsabili di questo atto crudele e malvagio.