Home News “Non ti hanno più voluto”: scrivono al canile per rinunciare al cucciolo

“Non ti hanno più voluto”: scrivono al canile per rinunciare al cucciolo

Una famiglia si è proposta per un adottare cucciolo, ma poi ha scritto al canile per comunicare che avevano cambiato idea

famiglia non vuole più cucciolo
Famiglia si propone di adottare il cucciolo Burt poi comunica che non lo vuole più (Foto Facebook)

Una famiglia si era fatti avanti per lui. Sì, proprio lui, Burt. Un cucciolo dal passato difficile, un cucciolo che è rimasto solo, a trascorrere le sue giornate interminabili in un box. Volevano proprio lui… o almeno è questo quello che gli hanno fatto credere, prima di cambiare idea.

Solo poche ore fa, la famiglia che si era proposta per il cucciolo di soli tre mesi ha scritto al rifugio che non aveva più intenzione di adottare il cagnolino.
Un “amaro aggiornamento” per il piccolo pelosetto, che invece di conoscere il calore di una famiglia, la comodità di un letto, continuerà a restare nel suo box.

Si propongono di adottare un cucciolo poi comunicano che non lo vogliono più

scrivono canile rinunciare adozione cucciolo
Famiglia si propone di adottare il cucciolo Burt poi comunica che non lo vuole più (Foto Facebook)

A raccontare la triste storia di Burt è l’organizzazione no-profit Io, cane di strada.
Il cucciolo, trovato come randagio, ha rischiato di morire in una gabbia per polli.
Una volontaria ha scoperto Burt e i suoi fratellini in una campagna in Calabria, in una fredda giornata di dicembre.

I cagnolini erano stati lasciati all’interno di una sorta di gabbia per polli, raggomitolati e ammassati, circondati dal nulla ed esposti alle rigide temperature autunnali.

Supponendo e sperando che la loro mamma fosse da qualche parte lì vicino, in cerca di qualcosa da mangiare, la volontaria ha coperto i cagnolini con quello che aveva a disposizione, per ripararli dal freddo, ed è rimasta ad attendere.

Fortunatamente, non si era sbagliata! Dopo un po’ la loro mamma è tornata. Riunita la famiglia, tutti i quattro zampe sono stati portati in canile.

Tutti i cagnolini sono stati vaccinati e chippati, dopo di che sono stati dati in adozione.
Ad uno ad uno, tutti i fratellini di Burt hanno trovato casa. Tutti sono andati via, verso la loro nuova vita, mentre il cucciolo è rimasto nel suo box.

Eppure sembrava essere giunto anche il suo momento. Una famiglia lo aveva scelto e “lo voleva”. O almeno così sembrava fino a ieri mattina.
Quelli che sarebbero dovuti diventare i suoi futuri proprietari, proprio ieri mattina hanno scritto al canile per comunicare la loro decisione di non adottare più il cucciolo.

Un enorme delusione per il pelosetto, dopo l’immensa illusione di aver trovato finalmente la famiglia giusta per lui.

I volontari dell’organizzazione, solo poche ore fa, hanno comunicato quello che loro stessi hanno definito “un amaro aggiornamento”:

“Non ti hanno più voluto, piccolino…
Avevi trovato quella che sembrava una bella famiglia ed invece no…
Stamane hanno scritto che rinunciano..
Resti in box, angelo bello, perdonaci…”
Al momento gli unici a non essere ancora stati adottati sono Burt e la sua mamma, ma ci auguriamo che presto arrivi il loro momento. E chissà magari con una famiglia disposti ad accoglierli insieme per non separali.