Home News È stato uno degli eroi di Amatrice, Kaos muore avvelenato nel giardino...

È stato uno degli eroi di Amatrice, Kaos muore avvelenato nel giardino di casa

CONDIVIDI

Una fine che lascia attoniti

Kaos era stato uno degli eroi di Amatrice, grazie al suo fiuto si era riusciti a ritrovare, nell’inferno delle macerie, una persona ancora in vita. Purtroppo, e fatichiamo davvero a capire il perché, qualcuno ha deciso di compiere un gesto di insensata crudeltà nei suoi confronti.

Trovato senza vita nel giardino di casa

Kaos è stato trovato dal padrone privo di vita nel giardino di casa sua. Inutile ogni tentativo di soccorso prestato per cercare di salvargli la vita. Fabiano, il suo accompagnatore, è distrutto dal dolore per questa perdita immane.

Il messaggio che toglie il fiato

Dapprima la rabbia, il sentimento più profondo che ha colpito Fabiano Ettore, il suo istruttore, che si è lasciato andare ad uno sfogo facilmente capibile: “Tu persona di merda spero non potrai avere pace finché vivrai .. mi hai tolto la cosa più preziosa e che Dio la.possa togliere a te devi morire tu avvelenato …. lo hai tolto ad una comunità intera… si perché lui ha salvato vite spero che non ne avrai mai bisogno … corri amico mio cerca ora dispersi lassù… nel.mio cuore sempre”. Poi ancora le sue parole, che colpiscono dritte al cuore, sono state solo per quell’amico fedele che la vita troppo presto gli ha strappato: “Ciao amico mio !!!!! Hai lasciato un vuoto incolmabile per mano di una persona meschina .. continua il tuo lavoro lassù continua a cercare dispersi, a salvare vite umane… Non provare odio per chi ti ha fatto ciò, anzi se un domani avrà bisogno aiutalo sii superiore e quanto ti guarderà negli occhi e vedrà che sei tu il suo Salvatore morirà lentamente da solo…. Kaos ne abbiamo.viste tante … aiutati tanti e tanti non ci siamo riusciti… hai lavorato giorno e notte, quando è servito non ti sei mai risparmiato .. sei stato un amico fedele abbiamo condiviso e diviso casa.. divano .. tutto .. corri amico mio corri non ti fermare un giorno ci abbracceremo nuovamente”

Il messaggio del Sindaco

Non è mancato anche il messaggio di commiato del Primo Cittadino di Amatrice Filippo Palombini, cittadina dove Kaos ha avuto un ruolo fondamentale, che ha voluto dedicare al cane una nota ufficiale: “Non ci sono parole per commentare la vicenda del nostro amico Kaos. C’è solo dolore, e anche rabbia. Kaos è venuto qui a scavare tra le macerie per salvare delle vite, come si può agire contro una creatura così buona e generosa? Questa è barbarie, la peggiore barbarie che l’uomo possa infliggere a esseri dal cuore grande che rischiano la loro vita per salvare la nostra