Home News Gatto cerca rifugio dal freddo sotto un’automobile e rischia di morire congelato

Gatto cerca rifugio dal freddo sotto un’automobile e rischia di morire congelato

CONDIVIDI

gatto-congelato

Quando si avvicina la stagione invernale, ci sono numerosi pericoli per nostri amici a 4zampe, soprattutto per gli esemplari che vivono per strada e sono esposti alle temperature più rigide. Non a caso viene suggerito un tipo di alimentazione più ricca per aiutare i pets a proteggersi dal freddo. Per i gatti, i rischi sono spesso legati ai luoghi in cui trovano riparo per scaldarsi, rifugiandosi sotto le automobili. Lo scorso anno rimbalzo a ridosso del natale, la storia di Lazzarus, un tenero gatto trovato all’esterno di un’abitazione negli Stati Uniti, totalmente congelato.

A distanza di un anno, si registra un nuovo caso simile a Zlatoust, in Siberia, dove le temperature scendono a -35 gradi sotto zero. Come riporta il Siberians Times, un gatto randagio ha cercato un riparo e calore sotto l’automobile di una coppia Sergey e Yelena Baranov.

Purtroppo, quando il motore dell’auto non era più caldo, il povero felino, addormentandosi, è rimasto intrappolato nella neve ghiacciata, alta circa 6 cm. Quando i Baranov ha spostato l’auto, si sono accorti della presenza del povero animale, pietrificato, quasi totalmente congelato, tutto tremolante. La situazione sembrava drammatica ma la coppia ha cercato di tentare il tutto per tutto per salvare il povero gatto. La donna è tornata nell’abitazione per prendere dell’acqua calda e riuscire a sbloccare le zampe del micio, intrappolate nel ghiaccio.

La coppia ha documentato l’intero salvataggio, filmandolo e pubblicando un video su youtube, ripreso dalle testate locali. Immagini drammatiche nelle quali possiamo assistere alla paralisi del povero gatto che stava letteralmente morendo congelato. Quando il gatto è stato liberato la donna lo avvolge in una coperta calda, portandolo a casa, da dove ha chiamato il veterinario per poter salvarlo.

Secondo le indiscrezioni trapelate dal quotidiano locale, il veterinario, dopo aver constatato la paralisi degli arti, ha somministrato un antinfiammatorio per aiutare il movimento e stimolare la circolazione sanguina. Il dolce felino, di circa 9 mesi, al termine della giornata, è riuscito a camminare.
Quando il povero animale si è ripreso dalla brutta avventura, i Baranov hanno diramato un appello online per trovargli una famiglia. In pochissime ore, è giunta la richiesta di una donna, vicina di casa, disposta ad accoglierlo. Sergev ha raccontato al Siberiantimes che il gatto vive da una settimana con la sua nuova padrona e secondo le indiscrezioni, corre e salta per tutta la casa, al caldo, circondato dall’affetto, come se avesse già dimenticato il trauma: “Prima di spostare l’auto, ricordatevi di guardare sotto al vostro mezzo”, ha concluso Sergev.