Home News Gatto paralizzato adottato da un cane Husky

Gatto paralizzato adottato da un cane Husky

CONDIVIDI

Gatto paralizzato adottato da husky

Harpurr adottato da husky

Ci sono molte storie commoventi che raccontano l’amicizia tra animali appartenenti a specie diverse. Storie di animali che si traducono in una semplice parola: empatia. Quella facoltà cognitiva che ci permette di mostrare affetto agli altri e di avere compassione e comprensione.

Gli animali come gli umani sono in possesso di questa facoltà che per gli scienziati deriva dall‘ormone ossitocina, detto anche l’ormone dell’amore. Lo testimoniano casi in cui animali femmine adottano cuccioli appartenenti a specie diverse, mossi dal senso di maternità che scaturisce dall’ossitocina.

Ma gli animali come gli umani provano tutte le sfaccettature dei sentimenti che sia amore, dolore, sofferenza, ansia, tristezza o gioia, felicità, allegria ecc.

Leggi anche–> Tutte le emozioni che provano i cani: non dipende solo dal carattere

La storia di Harpurr dimostra ancora una volta quanto vi sia “d’umano” negli animali e quanto la loro empatia sfrutti canali di comunicazione ignoti alla specie umana che porta di conseguenza gli animali a capire le situazioni, gli stati d’animo ma anche le necessità dell’altro.

Harpurr è un gattino trovato a sole 3 settimane da una famiglia residente in Alaska. Aveva le zampe paralizzate ed era troppo piccolo per mangiare da solo. La madre lo aveva abbandonato proprio per la sua paralisi. I volontari lo hanno recuperato e si sono presi cura di lui, nutrendolo ogni 2-3 ore per diverse settimane.

“Aveva bisogno di un posto unico per soddisfare i suoi bisogni”, ricorda la volontaria Shannon R Basner del Kaat di Anchorage che ha deciso di stallare il gattino a casa sua.

“A casa mia ho tre cani molto compatibili con i gatti. Volevamo assicurarci che l’Harpurr avesse un momento di socializzazione con altri animali”. Non appena portò Harpurr a casa è scattata la magia con Clinder, un grande husky.

Non appena Harpurr ha sentito la presenza di Clinder si è messo a fare le fusa. “Ha visto un cucciolo bisognoso, il suo istinto materno è entrato subito in azione”, Spiega la volontaria.

Da quel momento il gatto e il cane husky sono diventati inseparabili. Harpurr ha un carrellino che gli permette di muoversi nella casa e di giocare come tutti gli altri. Clinder continua a prendersi cura del suo piccolo amico, coccolandolo in ogni momento o dormendo al suo fianco

Ecco il video con la storia di Clinder e Harpurr

Ti potrebbe interessare–> La storia dell’anziano cane e il micio colpito da disturbi neurologici

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI