Home News L’Husky non gli era più utile: volevano darle veleno per topi (FOTO)

L’Husky non gli era più utile: volevano darle veleno per topi (FOTO)

I suoi tutori usavano l’Husky solo per profitto, quando non era più utile volevano darle del veleno per topi, qualcuno l’ha salvata

Maya (Screen Instagram)
Maya (Screen Instagram)

Agghiaccianti e senza cuore le storie di molti amici a quattro zampe. Rendersi conto di fin dove possa spingersi la crudeltà umana è un duro colpo. Crudeli e spietate le azioni delle orribili persone, che pur dovendo guardare tutti i giorni negli occhi quelle indifese creature, non si fanno nessuno scrupolo e continuano con i loro terribili piani.

Tra le vittime di persone vergognose, Maya, una bellissima Siberian Husky, che ha vissuto per anni insieme a quelli che erano i suoi tutori, che la utilizzavano solo per procreare, potendo così rivendere i cuccioli e trarre un profitto.

Stremata fisicamente ma soprattutto psicologicamente, la cagnolina aveva smesso addirittura di mangiare, stanca di vedersi strappare i suoi piccoli ed essere trattata come se fosse di nessun valore. Nessuna accortezza le era rivolta. Non ha mai conosciuto affetto, amore o anche solo il significato di giocare.

Era semplicemente un mezzo per raggiungere uno scopo. Quando il suo fisico iniziava a cedere, quindi non poteva più essere utile, era stato deciso di darle del veleno per topi.
Poi un angelo è arrivato per salvarla e Maya ha iniziato a vivere davvero. Questa è la sua storia.

Potrebbe interessarti anche: La massa sul volto del cucciolo è colpa del proiettile nel muso (VIDEO)

La tenera Husky non era più utile ai loro scopi, decidono così di darle del veleno per topi

Maya finalmente felice (Screen Instagram)
Maya finalmente felice (Screen Instagram)

Silvia viene a conoscenza della situazione nella quale è costretta Maya, una Siberian Husky tenuta in modo inumano solo per procreare e generare un profitto. “Pensiamo di aver visto tutto nella causa animale, eppure una nuova storia avrà sempre il potere di scioccarci” inizia così il lungo post che racconta la vita d’inferno che la cagnolina ha dovuto subire prima di essere salvata.

Per 5 lunghi ed interminabili anni, Maya era stata costretta a rimanere incinta per dare alla luce dei cuccioli che poi venivano venduti al prezzo migliore. Una gravidanza dopo l’altra, non le era concesso neanche il tempo di potersi riprendere ed elaborare cosa stesse vivendo.

La donna racconta di come siano venuti a sapere della sua storia attraverso il modo nel quale volevano sbarazzarsi di lei: somministrandole del veleno per topi.

Le immagini contenute nel seguente post potrebbero urtare la vostra sensibilità: si sconsiglia la visione a un pubblico facilmente impressionabile

Era il 28 agosto del 2016 quando sono accorsi in suo aiuto. L’hanno trovata che era costretta a bere la propria pipì e mangiare le feci. L’Husky era malnutrita e aveva sul suo corpo i segni della crudeltà con la quale fino a quel momento era stata trattata. La cagnolina soffriva di una gravissima anemia e ha avuto bisogno di una trasfusione.

Il mio mondo si è fermato il giorno in cui ha avuto bisogno di una trasfusione di sangue d’urgenza” viene spiegato sul post “nonostante fosse in uno stato di salute molto delicato, vedevo forza nei suoi occhi, vedevo la sua voglia di vivere“.

Molte le visite alle quali è stata sottoposta per scoprire da cosa fosse stata scaturita la sua paraplegia. La donna non nasconde il dolore provato quando la conferma dei sospetti è arrivata: le motivazioni che si celavano dietro al sua condizione erano dei colpi inflitti a una delle sue delicate costole che hanno provocato problemi al midollo. La paraplegia è irreversibile.

Conoscevamo la storia degli abusi, ma non è mai facile essere sicuri di cosa ha sofferto, sia fisicamente che emotivamente/psicologicamente“. Ma, nonostante tutto l’orrore vissuto e le atrocità alle quali è stata sottoposta, Maya si è dimostrata una forte combattente che non si è mai arresa conquistando la sua meritata felicità.

Imparando ad usare una sedia a rotelle, insieme alla sua mamma umana, vive tantissime avventure che le due condividono sui social, cercando di sensibilizzare su quello che alcuni quattro zampe sono costretti a subire. Ricordando anche che quando si adotta deve essere fatto in maniera responsabile e per il bene del pelosetto che decidiamo di far entrare in famiglia.

Oggi Maya è serena insieme a Silvia, ha una vita piena e ricca di gioia e sostegno. Una calda casa, persone sulle quali poter contare e tanto, tantissimo amore. Speciali le parole con le quali il post si conclude: “Eravamo destinate a incontrarci, amarci e trasformare la vita dell’altra!“.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube