Home Cani Razze di cani Siberian Husky

Siberian Husky

CARATTERE

Allegrissimo e gioviale con tutti, non conosce il significato della parola “aggressività”. È affettuosissimo con il padrone e con i familiari, che adora, ma è anche molto indipendente e va educato in tenerissima età (entro i sei mesi) se si vuole ottenere qualche risultato. Può essere un ottimo compagno per bambini abbastanza grandi; ignora invece i più piccoli. In Italia è abbastanza usato per le gare di slitta (sleddog), ma soprattutto viene scelto come cane da compagnia. Bellissimo e dolcissimo, è il compagno ideale per chi ama il cane primitivo, più “lupo” possibile. Sicuro in ogni circostanza perché fa amicizia con tutti (quindi è assolutamente negato come cane da guardia o difesa). E’ anche molto indipendente, scava buche, è un grosso predatore.

CARATTERISTICHE

Tipo d’impiego: cane da slitta – Taglia: medio grande – Vita Media: 10-12 anni – Altezza: Maschio 53-60 cm Femmina 50-56 cm – Peso: Maschio 20-28 kg Femmina 15-23 kg.

ASPETTO GENERALE

Un cane di taglia media, ben proporzionato ed elegante. Forme armoniose e muscoli ben sviluppati. Un cane robusto ma che non risulta pesante. Ha gli occhi blu profondi caratteristici della razza.

TESTA E COLLO

Il cranio è leggermente arrotondato; il muso, di larghezza media, va restringendosi gradualmente verso il tartufo. Il rapporto cranio-muso è di 1:1. Gli occhi sono a forma di mandorla, leggermente obliqui, e possono essere azzurri, marrone o eterocromi (uno azzurro e l’altro marrone, o con entrambi i colori in un singolo occhio). Le orecchie sono piccole, triangolari, portate erette, attaccate alte e vicine tra loro, leggermente arrotondate in punta, ben fornite di pelo anche all’interno. Collo, di lunghezza media e arcuato.

TRONCO E CODA

Ben proporzionato, dal movimento sciolto ed elegante. Il dorso è robusto e dritto con linea superiore orizzontale dal garrese alla groppa. Torace profondo e forte, ma non molto ampio. La coda, a forma di coda di volpe, è portata a scimitarra: non deve ricadere sul dorso né arrotolarsi lateralmente.

ARTI

Gli arti sono diritti, muscolosi, bene in appiombo. Gli anteriori hanno scapola obliqua con braccio leggermente all’indietro e mai perpendicolare al suolo. I posteriori hanno una coscia muscolosa e il ginocchio ben angolato I piedi ovali, di misura media sono compatti con molto pelo fra le dita.

PELO

Pelo: di lunghezza media su tutto il corpo, diritto; deve apparire come una folta pelliccia e non essere mai così lungo da nascondere il profilo nitido del cane. Il sottopelo, fitto e denso, cade nel periodo di muta.

MANTELLO

Sono ammessi tutti i colori dal nero al bianco candido. Anche con pezzature diverse sulla testa.

CENNI STORICI

La sua origine è nordica: si tratta infatti del cane allevato dalla tribù esquimese dei Ciukci che lo usavano per il traino delle slitte. L’allevamento selettivo della razza iniziò però negli Stati Uniti, soprattutto per merito di Eva “Short” Seeley, che può considerarsi madre sia di questa razza, sia dell’Alaskan malamute. Fu Leonard Seppala a portarlo in Alaska all’inizio del ‘900 per le numerose gare tra slitte che si tenevano nel Paese. Nel 1930 il Siberian Husky venne riconosciuta come razza dall’American Kennel Club.

STILE DI VITA

E’ un cane attivo che ama la vita all’aria aperta. Anche se molto diffuso, non sarebbe indicato alla vita in città o per i luoghi caldi. Deve fare molto moto.

PATOLOGIE

È robustissimo. Tuttavia, tra le patologie più diffuse si riscontrano cimurro, displasia dell’anca, sordità.

PADRONE IDEALE

Il padrone ideale è una persona affettuosa, presente nella vita del cane. Capace di dare un’educazione coerente al cane che deve fare molto moto. È affettuosissimo con il padrone e con i familiari, che adora, ma è anche molto indipendente e va educato in tenerissima età (entro i sei mesi) se si vuole ottenere qualche risultato. Può essere un ottimo compagno per bambini abbastanza grandi; ignora invece i più piccoli.