Home Cani Razze di cani Alaskan Malamute: razza, caratteristiche, carattere e salute

Alaskan Malamute: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

L’Alaskan Malamute è un cane di grandi dimensioni, dall’aspetto lupoide, con un pelo folto e morbido. Ha un carattere dolce, socievole e vivace. Sa essere amico anche agli estranei, infatti non risulta aggressivo. Ciò nonostante, è un cane alquanto indipendente e spesso testardo. Non morde mai, ma se percepisce la presenza di intrusi, abbaia tantissimo per avvertire il padrone. Nato come cane da slitta, è perfetto anche come cane da compagnia e spesso viene usato anche come cane d’esposizione. Gli piacciono i bambini, ma non preferisce giocare tutta la giornata se è adulto, nel caso fosse un cucciolo gli piace giocherellare. Non è un cane per la guardia, ma nel caso dovesse proteggere la famiglia risulta molto coraggioso. Non si lega solo al padrone ma a tutta la famiglia. Non si consiglia agli anziani sedentari o poco attivi, ha bisogno di persone dinamiche come gli sportivi. Gli piace praticare sport canini. Riesce a stare in appartamento, ma è opportuno una casa in montagna oppure avere un giardino.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego: Cane da slitta
  • Taglia: Grande
  • Vita Media: 10-12 anni
  • Altezza maschio: 61-65 cm
  • Altezza femmina: 55-60 cm
  • Peso maschio: 36-40 Kg
  • Peso femmina: 32-36 Kg
  • Riconoscimento: ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il cane lupo dell’Alaska dall’aspetto può risultare difficile da gestire, ma in realtà ha delle peculiarità caratteriali che lo aiutano ad essere un ottimo cane. E’ dolce, allegro, fedele e gli piace la compagnia. Non è un cane da guardia che protegge la proprietà, ma nel caso i membri della famiglia si trovassero in pericolo è subito pronto a difenderli. Principalmente è un cane da slitta, ma come cane da compagnia non è niente male, anzi cerca di aiutare in qualsiasi circostanza, chiunque si trovi in difficoltà. Non è molto giocherellone, ma riesce a stare con i bambini, purché quest’ultimi sanno rispettarlo. Di grandi dimensioni ha bisogni di spazi altrettanto grandi per stare a suo agio. La vita in appartamento non è la miglior soluzione, si preferisce una casa con giardino, così può essere libero, senza vincoli ed ostacoli che può trovare in casa. Se si ha la possibilità di farlo uscire più volte durante una giornata, potrebbe vivere anche in città, ma la soluzione ideale è una casa in campagna. Attenzione a lasciarlo solo quando sta in luoghi aperti, perché potrebbe allontanarsi per il suo lato indipendente. Infatti, è necessario recintare il perimetro della zona in cui vive per evitare di farlo uscire. Quest’istinto gli permette di mantenere anche una certa autonomia. Ciò nonostante, non è diffidente con gli estranei, anzi li accoglie anche se non li conosce. Però se percepisce che ci sono intrusi, inizia ad ululare in modo tale da avvertire il padrone. Non è un cane da caccia, ma ha comunque un istinto predatorio molto marcato. Questo non lo aiuta per una convivenza serena con dei felini. E’ anche difficile una coabitazione con un’esemplare della stessa e con lo stesso sesso. Non è un guardiano, ma la presenza può dissuadere gli sconosciuti. La stagione preferita è l’inverno in quanto è molto resistente al freddo, a differenza del caldo che non lo riesce a sopportare, poiché proviene da paesi nordici.  Infatti, riesce a sopportare anche condizioni climatiche molto rigide. Un buon lavoratore e viene molto apprezzato come cane da slitta.

PREZZO

Questa razza nordica è molto diffusa nel nostro Paese ed ha un prezzo medio-alto. Il costo varia in base all’età, al sesso e alle origini. È possibile acquistare un cucciolo registrato con pedigree, quasi in tutt’Italia, poiché ci sono molti allevamenti riconosciuti dall’Enci. Il valore varia dai 900 fino ad arrivare ai 1300 per le linee ricercate. Il budget per il sostentamento mensile è di 60 euro circa, in modo da soddisfare tutte le sue esigenze.

ASPETTO GENERALE

L’Alaskan Malamute è tra i più antichi cani da slitta, massiccio, maestoso, forte e resistente. Molto elegante, equilibrato e sicuro di sé. La padronanza deriva dal folto pelo e le movenze con passi felpati. L’andatura è agile e sciolta, quella preferita è il trotto.

Alaskan malamute cucciolo
Alaskan malamute cucciolo

TESTA E COLLO

La testa è grande con cranio leggermente arrotondato. Lo stop è poco profondo con tartufo di colore nero, tranne nei mantelli di colore rosso, poiché il tartufo è di colore marrone. Gli occhi hanno una forma a mandorla, ravvicinati tra di loro. Lo spessore è di media grandezza con un colore marrone. Le orecchie hanno attaccatura alta, con una forma triangolare, ma la punta è lievemente arrotondata. Il collo è delicatamente curvato.

TRONCO E CODA

Il tronco è unito e saldo ma non risulta pesante. Il dorso è lievemente disceso con rene muscoloso. Il torace è sviluppato. La coda ha un’attaccatura media e con pelo abbondante. Viene portata a falce sopra la schiena senza toccare il dorso.

ARTI

Gli arti anteriori sono leggermente angolati e ricoperti da molto pelo. Hanno spalle moderatamente oblique e metacarpi inclinati. Gli arti posteriori sono massicci e larghi con coscia muscolosa e ginocchia angolate, con garretti ben discesi. I piedi hanno una forma rotonda detti ‘a scarpa da neve’ sono alti con dita raggruppate e arcuate.

PELO E MANTELLO

Il pelo è fitto e ruvido. La lunghezza non è omogenea su tutto il corpo, infatti sulle spalle, sul collo, sulla groppa e sulla coda risulta più lungo. Presenta anche un sottopelo doppio. Durante i mesi estivi il pelo è meno fitto. Il mantello può essere di una miriade di colori: nero, bianco, grigio scuro, grigio chiaro o fulvo. Ci possono essere anche le sfumature che vanno dal sabbia al rosso. L’unico mantello monocolore desiderabile è il bianco.

PADRONE IDEALE

Per la bellissima razza somigliante al lupo, non occorre esercitare un’educazione troppo rigida poiché l’Alaskan Malamute è dolce e amorevole, anche se per l’aspetto e le dimensioni potrebbe intimidire le persone. Da cucciolo sembra un peluche affettuoso. E’ necessario che l’addestramento sia coerente, regolare e con la giusta dose di rigore. Occorre essere positivi per creare un rapporto di fiducia reciproca. E’ fedele al padrone e molto legato alla famiglia. Non sceglie un solo padrone all’interno del nucleo familiare, ma tutti possono fargli da padrone. In base a questo si devono conoscere le caratteristiche del cane per adottarlo. Nonostante sia incline all’essere indipendente, ha bisogno della presenza del padrone quasi sempre. Percepisce i comandi e li svolge senza troppe difficoltà. Ciò però non vuol dire che è obbediente e docile, anzi se percepisce che il padrone non ha carattere, tende a sovrastarlo. Grazie alla sua intelligenza, cerca di trovare, spesso, dei sotterfugi per evitare i comandi del padrone. Riesce a stare con i più piccoli, se quest’ultimi sono stati abituati a rispettare le sue esigenze, senza essere troppo bruschi nei suoi confronti. La grandezza spesso è un ostacolo per i proprietari anziani o sedentari, infatti non si consiglia a colore che non gli possono dare una vita dinamica e attiva. Urge un padrone sportivo, ma non cacciatore, poiché non è fatto per questo mestiere. Ha però il coraggio di affrontare qualsiasi situazione si presenti pur di soccorrere le persone che ama. Il cane dell’Alaska è inevitabile che faccia esercizio fisico per esser soddisfatto. È molto bravo negli sport canini, in particolare per l’agility, il freestyle, sport da trazione e da rintracciamento. Nonostante le su abilità e il suo temperamento tranquillo, non è il primo da acquistare per persone alla prima esperienza con i quattro-zampe. Possono aiutare gli snack, poiché li accetta volentieri, ma non sono la soluzione per poterlo gestire, anzi spesso è difficile educarlo, infatti si consiglia la presenza di un professionista. Le grandi misure non lo aiutano a seguire il padrone in qualsiasi viaggio, ci si deve poter organizzare in anticipo per farlo viaggiare in auto o altri mezzi di trasporto. E’ costretto a stare spesso in casa, per questo è importante la socializzazione da cucciolo per evitare che d’adulto possa reagire con modi distruttivi alla solitudine.

ALIMENTAZIONE

Un cane energico che non tende ad ingrassare se svolge attività fisica. L’alimentazione perfetta è quella tradizionale, cucinata in casa a base di carne cruda, verdura fresca e carboidrati. Ciò nonostante, il cibo deve essere di qualità. Da cucciolo devono assumere le giuste quantità, poiché è determinante per l’ossatura del cane adulto. È consigliabile l’aiuto di un veterinario per evitare di dare troppo cibo oppure troppo poco, poiché le porzioni vanno adattate al peso e all’età.

TOELETTATURA

Ha un pelo abbondante e viene spesso utilizzato come cane d’esposizione. Però non ha bisogno di una toelettatura al pelo, si deve solamente spazzolare due volte alla settimana per avere un mantello lucido e senza nodi. Durante i periodi di muta, che avvengono due volte l’anno in autunno e primavera, perde molto pelo.

PATOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie.

CENNI STORICI

L’Alaskan Malamute possiamo già capire dal nome che è un cane eschimese e il suo nome lo prende proprio da una popolazione artica, i Malhemute. Viene considerata uno della razze più antiche. Sono arrivati in questa zona tramite i i pionieri, che iniziarono ad incrociarli con altre razze. Poiché era l’unico esemplare in grado di trasportare, persone o oggetti, venne soprannominato ‘la locomotiva polare’. Le prime persone americane che arrivarono al Nord, presero alcuni esemplari per allevarli negli Stati Uniti, luogo in cui dal 1926, si iniziò a salvaguardare la razza. Erano usati principalmente per il trasporto, infatti furante la corsa all’oro li utilizzavano per farli trasportare, tra le montagne, grosse quantità di cibo. Anche nella Prima guerra mondiale, furono inviati 450 esemplati di questa razza, in Francia per trasportare forniture alle truppe armate francesi, bloccate tra le montagne. Nella Seconda guerra mondiale, invece li adoperavano per trovare mine e portare armi. Ma fungevano anche da cani soccorritori e di ricerca per le persone. L’utilizzo che ah avuto e che ha ancora oggi è quello di cane da traino per le slitte da neve. Purtroppo, oggi non si trovano tantissimi esemplari, ma in Italia è una razza ben conosciuta. Il riconoscimento ufficiale da parte della FCI è avvenuto nel 1963.

Alaskan malamute adulto
Alaskan malamute adulto

NOMI

Questo cane dall’aspetto lupoide, è un esemplare incantevole. Ha un pelo morbido e soffice. Per dargli un nome adatto potete farvi trasportare dalle sue origini e la nazione che lo ha preso in custodia. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro cane.

  • Femmina: Fiddle e Shirly
  • Maschio: Iceman e Wolf

CHICCHE

La razza dell’Alaska è molto conosciuta anche grazie alla sua immagine vista in tantissimi film. Possiamo citarne qualcuno: Against the wild, Eight below, Il grande nord, The great alaskan race, Snow dogs e Kayla.