Il sindaco della città inferocito contro un cittadino: “non meriti rispetto ma una multa”, non aveva raccolto le deiezioni del cane

Foto dell'autore

By Elisabetta Guglielmi

News

Cittadina non raccoglie le deiezioni del suo cane, il sindaco pubblica le immagini delle telecamere sui social: «non meriti rispetto ma una multa».

Il sindaco della città inferocito contro un cittadino: "non meriti rispetto ma una multa", non aveva raccolto le deiezioni del cane
Il sindaco della città inferocito contro un cittadino: “non meriti rispetto ma una multa”, non aveva raccolto le deiezioni del cane (Screenshot foto Facebook – Pasquale Gandolfi – amoreaquattrozampe.it)

Sono sempre più numerosi politici e primi cittadini che scelgono di utilizzare i social network come mezzo per denunciare maleducazione, degrado e comportamenti irrispettosi verso la società. Questa è la linea seguita anche da Pasquale Giovanni Gandolfi, il sindaco di Treviolo, comune della provincia di Bergamo in Lombardia. Gandolfi pubblica con frequenza su Facebook le riprese delle telecamere di sorveglianza che immortalano chi non rispetta la legge. Pochi giorni fa, il primo cittadino ha diffuso le immagini della proprietaria di un cane che non ha raccolto le deiezioni del suo animale. Queste persone, oltraggiose del decoro urbano, non sono degne di «rispetto ma solo di una multa».

Sindaco pubblica sui social il video delle telecamere di sicurezza: proprietario del cane multato

Le immagini riprese dalle telecamere sono state pubblicate su Facebook all’account @Pasquale Gandolfi. Nel post il sindaco si rivolge alla cittadina, criticando il gesto compiuto.

donna non raccoglie le deiezioni del cane
La cittadina del comune di Treviolo non raccoglie i bisogni del suo cane (Screenshot foto Facebook – Pasquale Gandolfi – amoreaquattrozampe.it)

Nella giornata di domenica 26 maggio, verso le 18.15, la donna è uscita a portare il  cagnolino a fare una passeggiata. Le telecamere situate lungo la strada hanno ripreso gli spostamenti della signora e la sua sosta mentre il quattro zampe ha fatto i bisogni sul marciapiede. Anziché raccoglierli, la cittadina ha proseguito la sua passeggiata. Su Facebook il sindaco ha condiviso i fotogrammi realizzati dalla telecamera di sorveglianza del Comune di Treviolo, evitando di mettere il viso della donna nonostante fosse stata riconosciuta.

donna multata dal sindaco per non aver raccolto le deiezioni del cane
Proprietaria del cane multata per non aver rispettato il decoro urbano (Screenshot foto Facebook – Pasquale Gandolfi – amoreaquattrozampe.it)

Pasquale Gandolfi nel post rivolge un’aspra critica alla concittadina che merita «il rispetto di nessuno, soprattutto da parte di chi ama i cani! Perché è per gente che si comporta in questo modo che» non è possibile «aprire anche ai cani i parchi pubblici dove ci sono aree dedicate ai bambini». Il primo cittadino conclude scrivendo che «verrà recapitata entro breve a casa dalla polizia locale sarà una sanzione di soli 250 euro, e ringrazia Dio che il sindaco non può decidere l’ammontare della sanzione!».

Quanto accaduto a Treviolo pone l’accento su una problematica presente in tutta Italia e affrontata dai governi tramite decreti legislativi e regolamenti comunali. Sono diverse, ad esempio, le campagne messe in atto per favorire un maggior rispetto per l’ambiente e una maggiore attenzione alla pulizia di strade, spazi condivisi e giardini pubblici. In questo quadro si inseriscono le nuove regole entrate in vigore in alcuni Comuni di Italia, che prevedono l’utilizzo delle “doggy water”.

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Ecco le nuove regole per chi porta a passeggio il cane: attenzione a non fare questo errore. Potrebbe costarvi molto caro!

Sono molti, infatti, i Comuni ad aver approvato un nuovo regolamento che, oltre a prevedere l’obbligo di raccogliere le deiezioni dei cani con sacchettini igienici, stabilisce anche la pulizia con l’acqua dell’urina degli animali domestici su aree pubbliche o ad uso pubblico: una regola che vale particolarmente nelle aree pedonali, nei pressi dei portici, dei marciapiedi e in prossimità dei negozi e delle abitazioni.

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Hai un cane? Qui rischi fino a 500 euro di multa se non rispetti le regole

Per chi non rispetterà il regolamento sono previste delle sanzioni, che partiranno dai cinquantaquattro euro per arrivare fino a trecento ventiquattro euro. Le multe saranno applicate dalla Polizia Urbana del Comune e dalle Guardie Ecologiche. L’entità delle multe varia in base al Comune di appartenenza. Nel caso della cittadina di Treviolo, la sanzione ammonterà a duecentocinquanta euro. (di Elisabetta Guglielmi)

Impostazioni privacy