Home News Intercettato trasporto illegale di gatti in Cina

Intercettato trasporto illegale di gatti in Cina

CONDIVIDI

gatti cina

A circa un mese dall’inizio del terrificante Festival della carne di cane di Yulin, in Cina nell’ambito del quale vengono consumati anche i gatti, è stato intercettato un carico con 1400 gatti nella città di Yangzhou nella parte centro orientale del paese.

I volontari della associazione animalista in inglese Guardians of Chinese Animal Protection avevano ricevuto una segnalazione in base alla quale era scattato l’inseguimento del mezzo. Con un post pubblicato lo scorso 25 aprile e un video, l’associazione aveva riferito che era stato “intercettato un trasporto illegale con centinaia di gatti, stipati in modo crudele”, chiedendo a tutti quanti il supporto per recuperare gli animali. Nel frattempo era stata chiamata la polizia locale che alla fine è intervenuta sul posto.

In tutti sono state trovate una settantina di gabbia con oltre 1400 esemplari e molte gatti morti.  L’associazione inglese ha poi precisato che la polizia cinese avrebbe riscontrato l’irregolarità del carico disponendo la consegna agli animalisti. Anche se la carne di gatto e di cane può essere consumata in Cina, per il trasporto degli animali ci deve essere la tracciabilità e ìd è necessario un periodo di quarantena per evitare la diffusione di malattie come la rabbia.

Vi deve essere, però, la tracciabilità oltre che il necessario periodo di quarantena per scongiurare la veicolazione della rabbia.

Massima attenzione rivolta alla Cina da parte degli attivisti in questi giorni, considerando che lo scorso anno, molti cani e gatti furono uccisi prima del Festival di Yulin per poi essere congelati e somministrati durante il Festival, evitando in questo modo l’attenzione mediatica da parte di alcune aziende.

L’associazione inglese in un post successivo ha riferito che sono state sequestrate 70 gabbi in legno, delle quali 15 sono stati recuperate dai volontari locali della città di Yangzhou mentre le restanti sono state trasferite presso associazioni animaliste a Nanjing.