Home News Jack Russell salvati dall’allevamento dove venivano mutilati (FOTO)

Jack Russell salvati dall’allevamento dove venivano mutilati (FOTO)

Tantissimi Jack Russell sono stati salvati dall’orribile allevamento dove venivano mutilati e lasciati a combattere il gelido inverno

Cuccioli maltrattati allevamento Michigan (Screen Instagram)
Cuccioli maltrattati allevamento Michigan (Screen Instagram)

E’ terribile sapere che chi dovrebbe accudire, proteggere e prendere cura di indifesi animali, sia proprio lui che con crudeltà li maltratta. Una situazione diventata insostenibile quella di un allevamento in Michigan, dove i cani venivano trattati senza alcun riguardo e rispetto.

Le temperature gelide dell’inverno erano solo una delle perfide cose alle quali venivano sottoposti. Senza cibo o acqua, alcuni di loro si sono ritrovati costretti a scavare nel ghiaccio pur di dissetarsi. Ma se questo già sembra abbastanza orribile, ancor peggio è quello che veniva fatto ai cuccioli.

Molte organizzazioni animaliste si sono unite per dire basta a questo scempio e finalmente sono riuscite a trarre in salvo tutti i Jack Russell che ora al sicuro dovranno scendere a compromessi con i profondi traumi e incubi che riempiranno la loro mente.

Potrebbe interessarti anche: All’Alta Corte la petizione per salvare l’elefante Shankar (VIDEO)

Mutilati nell’allevamento degli orrori: Jack Russell salvati

Alcuni dei cuccioli tratti in salvo (Screen Instagram)
Alcuni dei cuccioli tratti in salvo (Screen Instagram)

Erano chiusi in delle gabbie di acciaio su urina, fango e spazzatura, senza cibo, acqua, dovendo combattere con le poche forze rimaste, contro il gelido inverno che incombeva su di loro. Piccoli cuccioli appena nati, che venivano mutilati, con attrezzi improvvisati, come un taglia unghie, senza anestesia, dovendo subire il taglio della coda.

Questo è solo una parte di quello che i Jack Russell intrappolati nell’orribile allevamento in Michigan, dovevano subire.

Grazie ad un volontario sotto copertura di Peta, People for the Ethical Treatment of Animals, un’organizzazione no profit da sempre schierata dalla parte degli amici animali, ha portato alla luce gli abusi e maltrattamenti che prendevano vita in quell’allevamento.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da PETA (@peta)

Bagnati, congelati, sotto a pioggia o neve, senza nessun sostentamento, questi cuccioli dovevano combattere ogni singolo giorno per la propria vita. Molti di loro a causa della paura, dello stress e al bisogno di aiuto si aggrappavano alle gabbie, abbaiando terrorizzati in cerca di qualcuno che sentisse il loro bisogno di essere salvati.

L’allevamento è stato chiuso e tutti i Jack Russel tratti in salvo. Adesso per loro inizierà un lungo percorso, nel quale dovranno ancora dimostrare la loro forza e tentare di superare tutti gli agghiaccianti abusi subiti, provando a fidarsi di nuovo dell’essere umano che da adesso in poi dovrà solo dimostrargli cosa significhi essere protetti e amati.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da PETA (@peta)

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube