Home News #Jesuischien: Diesel, il cane eroe morto in un blitz a Parigi

#Jesuischien: Diesel, il cane eroe morto in un blitz a Parigi

CONDIVIDI

diesle

 

In uno scenario geopolitico mondiale, nel quale lo Stato Islamico (Isis) sta tenendo sotto scacco l’Occidente da oltre un anno e nel quale la  guerra nel nome della religione per i musulmani moderati è considerata una blasfemia, non mancano le vittime a 4zampe. Parigi sembra essere in uno stato di guerra permanente, da quando vi è stato l’attentato al quotidiano satirico Charlie Hebdo, lo scorso gennaio, al quale sono seguiti casi di allarmismi fino alla strage che si è consumata venerdì 13 novembre, con ben sei attacchi condotti in modo simultaneo in diversi punti della città, provocando circa 130 morti e centinaia di feriti tra i quali un’ottantina gravi.

Alcuni terroristi erano riusciti a farla franca, le forze dell’ordine erano sulle loro tracce e tra gli attentatori vi era una donna che sembrava svanita nel nulla. Questa mattina si è però svolto un blitz a partire dalle 4.30 della notte, con le “forze speciali francesi“, che nella periferia di Parigi, a Saint-Denis, ad 800 metri dallo Stade de France, tra rue de la République e rue de Corbillon, hanno individuato il covo della terrorista che si è però fatta esplodere non appena si è resa conto di non avere una via di fuga, provocando 4 morti.

Ma nel blitz  ha perso la vita anche un cane poliziotto addestrato per individuare gli esplosivi. L’esemplare, un pastore belga di 7anni di nome Diesel era entrato con i poliziotti all’interno dell’edificio e mandato in avanscoperta. Il cane si è immediatamente diretto verso il sottoscala del palazzo, dove era nascosta la kamikaze.

Gli agenti hanno subito capito che Diesel aveva fiutato la presenza della donna ma poco prima di dirigersi verso il cane, si è verificata una forte esplosione. Molti i commenti di solidarietà nei riguardi di questo cane eroe che fino all’ultimo ha fatto il suo dovere, contribuendo a salvare la vita dei suoi colleghi umani. Diesel è morto ai piedi del suo collega.

Rammarico espresso dagli utenti animalisti che si chiedono se non sia il caso che anche i cani abbiamo dei giubbotti anti-proiettili durante le operazioni. Sul web e i social si moltiplicano i messaggi con tanto di hashtag #JeSuisChien (sono cane), #RIPDiesel, #prayfordog:”Trovo che sia molto bello rendere omaggio a Diesel, morto questa mattina durante l’assalto. Solidarietà al suo padrone”, ha scritto un utente.