Il leone soffre di mal d’orecchie: per curarlo ci vuole un team di esperti

Foto dell'autore

By Lisa Girello

News

Il leone soffre di mal d’orecchie e per riportarlo in salute il team specializzato si prende cura di lui: in poco tempo è come nuovo.

Leone e mal d'orecchie
Leone e mal d’orecchie (YouTube -ZSL – Zoological Society of London)

Il male alle orecchie può venire a chiunque, anche all’animale più forte e temerario che esista sulla terra. Anche un leone, infatti, può ritrovarsi in difficoltà difronte ad un male alle orecchie, come l’esemplare che si trova allo zoo di Londra e che ha richiesto l’intervento di un team di specializzati.

Mal d’orecchie: il leone è assistito da un team apposito

Un team di veterinari specializzati provenienti da tutto il Paese si è recato allo zoo di Londra per curare un leone in via di estinzione per un male alle orecchie. Il suo nome è Bhanu ed è un leone asiatico che ha sofferto di una dolorosa infezione ad un orecchio.

Orecchio del leone curato zoo
Orecchio del leone (YouTube -ZSL – Zoological Society of London)

All’inizio, gli operatori dello zoo, avevano provato a curare l’infezione con delle gocce apposite da dare nell’orecchio, ma la cura non aveva avuto successo. L’infezione, difatti, attraverso la tac, si è rivelata più profonda del previsto, quindi le gocce auricolari non riuscivano a raggiungerla per curarla. Il leone asiatico è stato sottoposto ad anestesia generale, in modo che le sue orecchie potessero essere pulite a fondo e far sì che i farmaci potessero raggiungere la fonte delle infezioni.

leone asiatico londra
Bhanu (YouTube -ZSL – Zoological Society of London)

Bhanu fa parte di un programma medico a lungo termine che si svolge circa una volta l’anno, poiché una scansione ha rivelato che le sue ripetute infezioni alle orecchie erano probabilmente dovute al suo canale uditivo insolitamente stretto. Per il controllo dell’orecchio di Bhanu, si sono riuniti esperti del team veterinario di ZSL, il Royal Veterinary College e gli specialisti di apparecchiature veterinarie STORZ, che hanno fornito la telecamera utilizzata nella procedura. Al termine di essa, l’esemplare raro, è potuto ritornare a girovagare per lo zoo come prima.

Il veterinario dello zoo di Londra Stefan Saverimuttu ha riferito che il comfort di Bhanu era ed è una priorità assoluta per il team. “Abbiamo riempito la sua accogliente tana interna di morbida paglia in vista dell’intervento e, grazie all’addestramento degli esperti guardiani dello zoo di Londra e delle infermiere veterinarie, Bhanu ha scelto di presentare con calma la sua zampa in modo da poter somministrare l’anestesia generale“, ha dichiarato. Bhanu, fa inoltre parte del programma europeo di riproduzione dei leoni asiatici in via di estinzione. Lo zoo ha dichiarato che il suo team continuerà a monitorare l’orecchio di Bhanu nei prossimi mesi e che l’anno prossimo verrà effettuata un’altra pulizia dell’orecchio.

Impostazioni privacy