Home News Lo stavano “gettando” come un rifiuto dentro una busta di plastica al...

Lo stavano “gettando” come un rifiuto dentro una busta di plastica al canile: era vecchio e malato

CONDIVIDI

Era un esemplare anziano con un tumore sanguinante sulla coda. I suoi proprietari avevano deciso di sbarazzarsi di lui e così lo hanno caricato in auto, avvolgendolo dapprima con una busta di plastica della spazzatura per non sporcare gli interni della loro automobile. Il povero esemplare di nome Blackie è stato scaricato in quel modo, come un rifiuto, al Carson Animal Shelter a Gardena, in California. Un canile municipale dove ovviamente, negli Stati Uniti viene applicata l’eutanasia dopo un periodo di permanenza durante il quale non vengono adottati.

Fortunatamente per Blackie, un gruppo di volontari della Fondazione Frosted Faces (FFF), un gruppo di salvataggio di San Diego, hanno visto la fotografia del cane sulla pagine facebook del canile e si sono precipitati per recuperarlo, pensando che doveva avere un’altra opportunità nella vita. Blackie essendo anziano e ferito, rischiava di essere soppresso velocemente e aveva bisogno di essere curato.

“Blackie è stato abbandonato perché sanguinava”, ha raccontato Kelly Smíšek, direttore esecutivo della Fondazione, “aveva bisogno di cure e siamo corsi a prenderlo”.

Anche se questo tenero esemplare non ha conosciuto l’affetto e l’amore, i volontari hanno spiegato che è un cane anziano molto dolce, in cerca di carezze: “Vuole le coccole, è curioso e ha saputo subito interagire con noi. E’ triste pensare che quel suo bisogno di affetto non sia mai stato ricambiato in tutti questi anni”, ha commentato la Smíšek.

Blackie è stato accolto al rifugio, coccolato e curato. Quando è arrivato al rifugio nonostante fosse stanco, provato dal loro che gli stava provocando il tumore e disorientato si è rilassato e ha voluto annusare tutto lo staff. In attesa di essere operato per il tumore, questo vecchio esemplare potrà dormire tranquillo in compagnia dei volontari che gli stanno riservando tutte le attenzioni e dando quell’amore che non aveva mai ricevuto. “Abbiamo il privilegio di poter offrire a Blackie le cure di cui ha bisogno, dargli quella compassione e cercare per lui una nuova famiglia che saprà amarlo.

Di sicuro, Blackie avrà quell’affetto che gli era sempre stato negato e questo è sicuramente il più bel riscatto nei riguardi dei suoi vecchi proprietari che a differenza di Blackie, non sapranno mai cosa significa “dare e ricevere amore”.