Home News Massacra di botte il cane perché ha fatto i suoi bisogni in...

Massacra di botte il cane perché ha fatto i suoi bisogni in casa

CONDIVIDI

Sconcerto, orrore e rabbia. Sentimenti contrastanti che scaturiscono da episodi agghiaccianti di cronaca. Fatti che rimbalzano sui media di tutto il mondo per l’assurdità dei motivi che hanno portato a compiere un gesto di una crudeltà inaudita. Animali vittime di raptus di follia, frustrazioni e cattiveria. Esseri indifesi che non hanno la parola e che come i bambini dipendono in tutto e per tutto dagli umani. Forse è quello dell’elemento che genera più rabbia: l’ingiustizia.

Siamo in Florida dove, dopo aver sentito lamentarsi e piangere in modo disperato un cane, alcuni residenti di un palazzo hanno chiamato la polizia. Sul posto, gli agenti hanno individuato un ragazzo di 20 anni il quale aveva picchiato a morte il povero animale. La polizia ha solo potuto constatare il decesso della cagnolina per le percosse ricevute.

Il giovane interrogato dalla polizia avrebbe ammesso di essere stato accecato dalla rabbia. Il ragazzo ha raccontato di averla picchiata per punizione. L’unica colpa era che la cagnolina aveva fatto i suoi bisogni dentro casa. Il ragazzo che era anche in possesso di marijuana trovata nel suo appartamento, è stato immediatamente arrestato.

Adesso, il ventenne dovrà rispondere di diversi capi di accusa, tra i quali per il reato di crudeltà nei riguardi degli animali con l’intenzione di uccidere.

VIOLENZA SUGLI ANIMALI

Casi che riportano in primo piano la necessità non solo di tutelare maggiormente i nostri compagni a 4zampe. E’ infatti importate portare l’attenzione sul sensibilizzare fin dall’infanzia gli individui, insegnando il rispetto per gli animali. Recentemente, ha fatto scalpore la lettere confessione di una madre che chiedeva dei consigli dopo aver scoperto che il proprio figlio di 4 anni aveva ucciso il cane di casa. Il caso ha suscitato l’interesse di alcuni psicologi esperti dell’età evolutiva. Sul tema si è generato un confronto durante il quale è stato ricordato quanto gli animali contribuiscono allo sviluppo dell’empatia. Una facoltà cognitiva importante per la crescita equilibrata. Non a caso come emerso da diverse indagini è stato provato il legame tra serial killer e violenza sugli animali in età infantile.
E’ un dovere segnalare casi di violenza o di crudeltà nei riguardi degli animali. A volte, è proprio l’indifferenza ad ucciderli.

C.D.