Home News Militari adottano micini, ora vogliono portarli in America (FOTO)

Militari adottano micini, ora vogliono portarli in America (FOTO)

Prima la mamma, poi i cuccioli, sono diventati parte della famiglia dei militari. Ora cercano di portarli in patria con loro

Micini vivono insieme ai militari (Screen Facebook)
Micini vivono insieme ai militari (Screen Facebook)

Gli animali sono fonte inestimabile di affetto, purezza e gioia. Ci aiutano nei momenti più difficili senza neanche rendersene conto. Sono i nostri migliori amici e compagni di divertimento.

Anche in situazioni più difficili, come in una base militare in Medio-Oriente, con il lavoro che occupa tutta la giornata e i mille pensieri che affollano la mente, loro possono aiutarci molto.

Tenere alto il morale, restare fiduciosi, non perdere il buon umore ma soprattutto non perdere le speranze, a volte può essere davvero difficile. Ma, grazie a due occhioni dolci, delle coccole e l’inaspettata dimostrazione di fiducia, tutto questo è possibile.

E proprio ad un animale, anzi più precisamente ad una famiglia di micini, i soldati di una base in Medio-Oriente, possono avere qualche motivo in più per sorridere. Ottima distrazione dalla frenesia del loro lavoro, i piccolini, mamma e i due cuccioli, sono entrati nel cuore dei militari che ora, giunto il momento di tornare a casa, vogliono portarli con se.

Dato le enormi problematiche per un trasporto del genere, e l’elevato costo, si sono rivolti a chi, da anni si occupa proprio di questo: portare in patria gli animali adottati in missione dai militari.

Potrebbe interessarti anche: Kabul: chiede di salvare lo staff e gli animali del suo rifugio (FOTO)

Militari adottano famiglia di gatti, ora cercano di portarli in America

Mamma con i suoi piccoli insieme alla base militare (Screen Facebook)
Mamma con i suoi piccoli insieme alla base militare (Screen Facebook)

Nessuno viene lasciato indietro, soprattutto se si è ben consapevoli delle possibili orribili conseguenze che questo gesto comporterebbe.

Tutto è iniziato con una dolce e malandata micina, che è entrata al campo base americano in Medio-Oriente. Una sergente l’ha subito vista, e si è presa cura di lei. Affamata, troppo magra e ferita, la micina è stata coccolata dall’amore della donna che non l’ha lasciata sola.

Pochi giorni e la felina era tornata in forze, e continuava a passare piacevolmente il suo tempo con i militari. Sicuri di aver trovato una nuova amica, alla quale è stato dato il nome di Sergente Whiskers, nessuno si sarebbe mai aspettato quello che la micina stava per fare.

Allontanata dalla base, torna subito dopo con due piccoli, magri, affamati e stanchi micini. Talmente la fiducia guadagnata dalla sergente e gli altri militari, che la gatta ha deciso di portare da loro i suoi figli. Accolti con calore, anche loro sono stati medicati e sfamati.

Sono un’ottima compagnia e distrazione dal lavoro. Ora però, che il rientro in patria è vicino, nasce il problema di come portare con loro la piccola famiglia. Complesse e molto costose, queste operazioni non sono per niente facili. Solo una certezza per il momento c’è: i gatti non verranno lasciati indietro.

Così i militari si sono rivolti ad una organizzazione no profit, che si occupa da anni proprio di portare in patria gli animali adottati dai militari durante le missioni. Molte persone si sono già messe a lavoro per far si che questa grande e coraggiosa famiglia non venga separata.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

F.D.M