Home News Morto Tommy, il cane che ha salvato vite dopo il Terremoto dell’Aquila

Morto Tommy, il cane che ha salvato vite dopo il Terremoto dell’Aquila

CONDIVIDI

E’ stato il primo esemplare da soccorso dei vigili del fuoco di Lecce e si è distinto durante il Terremoto dell’Aquila.

cane da soccorso terremoto
Tommy cane da soccorso

Tommy per il suo straordinario talento come cane da soccorso, intervenuto all’indomani del terremoto che colpì il Centro Italia il 6 aprile del 2009, che provocò 309 vittime, ottenne il premio Nazionale “Cani con le stellette”, conferitogli dall’allora Presidente della Repubblica Napolitano.

Proprio alla vigilia del decennale della catastrofe che distrusse la città in Abruzzo, Tommy a 13 anni, è venuto a mancare.

Un labrador nero, il primo cane da soccorso della squadra dei vigili del fuoco di Lecce grazie al quale durante le operazioni di soccorso, furono salvate tre persone sotto le macerie.

Tommy lavorava al fianco del suo conduttore Giampiero Pepe con il quale viveva. Dopo dieci anni si servizio, da otto mesi Tommy era andato in pensione.

Tra i suoi interventi, anche se anziano, partecipò anche alle operazioni nel cratere di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) nel 2016, dopo la prima scossa con epicentro tra Accumoli e Amatrice.

Leggi anche–>Kaos, morto per avvelenamento: vittima anche dello sciacallaggio mediatico

“Abbiamo perso un valido e coraggioso collega. 😔 GRAZIE TOMMY
#tommyunodinoi”, è il messaggio di cordoglio pubblicato sui social da Conapo, il sindacato autonomo vigili del fuoco con un video che ricorda il contributo di questo straordinario esemplare.

Guarda il video:

TOMMY UNO DI NOI ❤️🚒Purtroppo, Tommy, il primo cane da ricerca e soccorso del Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Lecce ci ha lasciato. Abbiamo perso un valido e coraggioso collega. 😔 GRAZIE TOMMY #tommyunodinoi

Pubblicato da Conapo su Venerdì 5 aprile 2019

Ti potrebbe interessare–>Quei cani da soccorso applauditi solo quando salvano vite umane

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI