A soli 7 anni sa già occuparsi di chi ha sofferto tanto e commuove tutti – VIDEO

Foto dell'autore

By Giada Ciliberto

News

Il piccolo ha 7 anni ma è già in grado di occuparsi di chi ha sofferto tanto, la sua disarmante storia commuove tutti: gradi e piccini. 

piccolo padroncino cura fido
Bimbo resta al fianco del suo amico (TikTok the_crazyzoo – Amoreaquattrozampe.it)

Prendersi cura di chi ha sofferto tanto nel suo passato non è soltanto un atto nobile, quanto, ancor di più, una meravigliosa dimostrazione d’amore. È questa la storia di un bambino di soli 7 anni che ha deciso spontaneamente e con le sue forze di salvare dalle sue sofferenze e dai suoi traumi uno sfortunato pelosetto di nome Neil.

A soli 7 anni sa già occuparsi di chi ha sofferto tanto: il suo amore per Neil commuove tutti – VIDEO

rassicura vittima abusi neil
Bambino rassicura Neil (TikTok the_crazyzoo – Amoreaquattrozampe.it)

A raccontare la storia di Neil e di un amore dimostrato ogni giorno, sono i genitori del bambino approdato in un toccante filmato su TikTok nei giorni scorsi. Un ultimo video del piccolo, che ascolta con attenzioni i bisogni del suo fido, è stato condiviso da @the_crazyzoo lo scorso 8 marzo.

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Questo dolce ragazzo” spiegano i genitori del bimbo che ha deciso di recarsi in un rifugio e di adottare il pelosetto in difficoltà, “è stato sequestrato dai suoi proprietari a causa di abusi“. Quando hanno deciso di accogliere Neil nella loro famiglia il cane “aveva cicatrici da bruciatura di sigaretta” lungo il corpo e “aveva paura dei rumori forti“.

Neil era particolarmente mansueto al loro arrivo in struttura e, come raccontano i genitori del bimbo, “si è comportato bene” sin da subito, lasciando quasi in disparte la sua sofferenza. Non è la prima volta che questo accade. Ossia che un cucciolo di uomo riesca ad essere di grande conforto per dei pelosetti sofferenti. Si pensi all’aiuto di un neonato: riuscito a migliorare la vita di un pauroso fido.

Esistono – inoltre, per chi fosse toccato in prima persona alla quesitone – diverse modalità che consentono, anche intervenendo più nello specifico e identificare le cause del malessere qualora siano ancora sconosciute, di aiutare i propri animali domestici ad affrontare i loro timori e a lavorare sulla loro insicurezza.

@the_crazyzoo My son wanted a dog of his own and the shelter was having $15 adoptions. So off to the animal shelter we went! This sweet boy was seized from his owners because of abuse. He had cigarette burn scars on him and was afraid of loud noises. He was also the only dog in the shelter not barking. We took him out in the dog park area to get acquainted. I wanted to make sure he didn’t have any aggression because of the abuse. He was so well behaved! My son fell in love and we brought him home! Pits get such a bad response and he’s by far the sweetest and most cuddly one of them all! My son wanted to reassure him that he would be loved and kept safe and it melts my heart ❤️ #dogsoftiktok #dogsoftiktokviral #dogstory #pitbull #pitbullsoftiktok #pitbulllove #pitbullterrier #animalsoftiktok #petsoftiktok #petstory #rescuedog #adoptdontshop ♬ original sound – TheCrazyZoo

Neil, come hanno raccontato infine anche i genitori del bimbo, era l’unico esemplare a non abbaiare all’interno della struttura dove era rimasto a lungo in attesa di essere adottato, probabilmente ancora traumatizzato dalle dimostrazione di violenza a cui aveva assistito nella sua vecchia casa. Ora, però, nonostante il suo recupero sarà lento e avrà bisogno di continue rassicurazioni, Neil è al sicuro e finalmente – come ribadiscono gli utenti emozionati dalla bellissima scena dei due – “in ottime mani“.

Gestione cookie