Home News Paga oltre 300 euro per liberare cani randagi destinati al macello

Paga oltre 300 euro per liberare cani randagi destinati al macello

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:18
CONDIVIDI

Riscatta cani randagi destinati al macello

cani carne macello asia

Ci sono persone che non prestano valore al denaro di fronte anche ad una piccola vita che per molti potrebbe essere insignificante.

Per un uomo d’affari, Sam Phannarith la vita di nove cani si è rivelata fondamentale. Phannarith stava percorrendo una strada nella provincia di Siem Reap in Cambogia, quando ha notato un ammasso di cani all’interno di una gabbia arrugginita, come portabagagli di una motocicletta.

Phannarith, amante dei cani, ha subito fermato la sua auto e si è avvicinato al commerciante che era solito vendere gli esemplari ai ristoranti del luogo. Dopo una trattativa, l’uomo d’affari ha pagato 318 euro per liberare i nove cani destinati al macello.

Nel filmato, condiviso in rete da Newsflare, viene mostrato il momento in cui il commerciante apre la gabbia per liberare i randagi che, sentendosi liberi, dopo un primo momento di disorientamento, sono subito scappati nei boschi.

Il commerciante ha poi assicurato che non li avrebbe catturati di nuovo.

“Non potevo sopportare l’idea che quei cani sarebbero diventati cibo per le persone. Quindi li ho acquistati per 318 euro e sono stato felice di farlo. Questi soldi sono stati spesi bene. Circa 34 euro per restituire la vita e la libertà ad ogni cane”.

Ha dichiarato Phannarith sperando di far vedere il filmato al maggior numero di persone per fare rifletterle sul tema, invitandole a smettere di consumare carne di cane.

“Farei di nuovo lo stesso”, ha poi aggiunto l’uomo d’affari.

Purtroppo, il consumo di carne di cane è diffuso in Asia, tra Thailandia, Vietnam, Cambogia, Corea del Sud e alcune aree della Cina. Nel solo Vietnam, ogni anno vengono uccisi 30 milioni di cani per il consumo umano.

Purtroppo, non solo esistono allevamenti di cani destinati al consumo umano. In molte province, persone senza scrupoli, catturano cani randagi per rivenderli ai ristoranti.

Ogni anno, in Cina si svolge il Festival della Carne di Cane nella città di Yulin. Diventato il simbolo della lotta animalista contro il consumo della carne di cane, a Yulin, opera anche un attivista italiano di nome Davide Acito.

Leggi–> Davide Acito: chi è l’attivista italiano che si batte contro il festival di Yulin
>>  Davide Acito porta in Italia cani e gatti salvati dal macello di Yulin

 Guarda il video: 

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI