Home Gatti Salute dei Gatti Occhio secco o cheratocongiuntivite nel gatto: sintomi, cause e rimedi

Occhio secco o cheratocongiuntivite nel gatto: sintomi, cause e rimedi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:19
CONDIVIDI

L’occhio secco nel gatto è una patologia che può colpire ogni tipo di micio. Se questa malattia viene trascurata può portare a gravi conseguenze.

Occhio secco nel gatto: sintomi, cause e rimedi (foto Pixabay)
Occhio secco nel gatto: sintomi, cause e rimedi (foto Pixabay)

La cheratocongiuntivite, conosciuta comunemente come occhio secco nel gatto, è una malattia che colpisce ogni tipo di gatto, senza fare distinzione dell’età, della razza o del sesso.

L’occhio secco nel gatto si presenta quando la quantità di lacrime prodotte dalle ghiandole dell’occhio del gatto, non sono sufficienti.

Ciò causa secchezza, infiammazione e irritazione alla cornea dell’occhio del micio. Un gatto che soffre di cheratocongiuntivite e non viene trattato nel modo giusto, può diventare completamente cieco.

Vediamo insieme con questo articolo quali sono i sintomi e le cause di questa malattia e cosa è opportuno fare per risolvere questo problema.

Occhio secco nel gatto: sintomi

gatto bianco occhi azzurri
(Foto Pixabay)

Tra i tanti sintomi della secchezza dell’occhio nel gatto, quello più evidente è la formazione di muco giallo-verde presente agli angoli degli occhi del gatto.

Un altro sintomo molto frequente è la congiuntivite nel gatto. Il dolore causato dall’occhio secco può provocare irrequietezza nel micio. Altri sintomi comuni dell’occhio secco sono:

  • Sensibilità alla luce
  • Gonfiore delle palpebre
  • Graffi sul viso

Bisogna ricordare che se il micio non viene curato nel modo giusto rischia dei seri problemi alla vista.

Secchezza dell’occhio nel gatto: cause

Le cause della secchezza dell’occhio del gatto sono varie, tra cui:

  • Lesioni agli occhi: anche se succede raramente, la secchezza dell’occhio può essere causato da una lesione o un trauma oculare.
  • Rimozione della terza palpebra: sia nei cani che nei gatti, la terza palpebra è quella che produce gran parte delle lacrime, mantenendo l’occhio umido. In assenza di questa il gatto potrebbe soffrire di cheratocongiuntivite. La rimozione della terza palpebra, fortunatamente, non viene più eseguita, infatti il veterinario interviene per riposizionarla ed evitare di rimuoverla.
  • Herpesvirus felino: la secchezza dell’occhio nel gatto di solito si verifica a causa di una malattia cronica molto comune nei felini, l’Herpesvirus felino. Quest’ultima è una malattia respiratoria molto contagiosa nei gatti, molto pericolosa e senza nessuna cura disponibile. L’unica cosa da fare per poter prevenire questa malattia è vaccinare il gatto.

Come curare l’occhio secco

Gatto occhi

Le opzioni a cui ricorrere per curare l’occhio secco nel gatto sono molte, il trattamento più classico è la somministrazione di gocce oculari lubrificanti. E’ possibile usare vari tipi di colliri tra cui:

Lacrime artificiali
– Collirio antibiotico per l’infezione
– Collirio mucolitico per sciogliere il muco

In casi più gravi, potrebbe essere necessario ricorrere ad un intervento chirurgico. L’unica persona in grado di decidere quale sia l’opzione giusta per curare il vostro amato gatto è il veterinario, quindi è sempre opportuno portare il felino da uno specialista.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti:

M.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI