Home News Paura nel traffico. Stan scappa di casa e crea scompiglio (FOTO)

Paura nel traffico. Stan scappa di casa e crea scompiglio (FOTO)

Stan, cagnolino scappa di casa, creando scompiglio e  paura tra gli automobilisti, che cercano di non investirlo

Stan (Screen Facebook)
Stan (Screen Facebook)

I nostri amici a quattro zampe riempiono le vite di chi se ne prende cura, di amore e momenti indimenticabili. Purtroppo però, può capitare che ci facciano vivere delle esperienze che volentieri vorremmo dimenticare.

E’ quello accaduto a Jasmine e Emma Kettles, quando hanno smarrito il loro prezioso cagnolino. Stan, questo il nome del loro animale domestico, ha fatto preoccupare e non poco i suoi umani preferiti.

La sua quotidianità, vissuta come animale casalingo, e quindi abituato alle comodità che la sua casa offriva, non era di certo pronto per affrontare il caos della città.

I suoi proprietari erano preoccupati e terrorizzati dal fatto che potesse accadere qualcosa di brutto al loro cagnolino. Paura che li ha accompagnati per tutta la durata delle ricerche, ben 48 ore di incertezza sul destino di Stan.

Appena accorti che Stan, fosse fuggito, subito sono partite le ricerche, che per due estenuanti interminabili giorni, sembrava portare solo a false piste.

Potrebbe interessarti anche: Automobilista si lancia nel traffico per salvare un cane

Le ricerche per ritrovare Stan

Annuncio scomparsa Stan (Screen Facebook)
Annuncio scomparsa Stan (Screen Facebook)

Nel preciso istante nel quale i proprietari, si sono resi conto che il loro cane fosse scomparso, è stato dato il via ad una ricerca a tappeto.

Jasmine ed Emma Kettles, hanno subito pensato di rivolgersi al mondo del web, tramite la pagina Facebook Missing Pets Dundee and Angus, con notevole successo.

In molti si sono preoccupati per le sorti di Stan, iniziando ad inviare numerose segnalazioni, provenienti da varie parti della zona di Newport.

Così, si è iniziato a ripercorrere i suoi presunti passi. Prima un avvistamento sul ponte Tay Road, dove gli automobilisti erano andati in confusione per non rischiare di colpire accidentalmente il cane, avevano causato un intasamento del traffico.

Stan forse ignaro del pericolo , sembrava correre scodinzolando, attraversando la strada. Le segnalazioni sono continuate, collocandolo nella parte opposta della città.

Insomma, sembrerebbe che Stan, stesse facendo un giro della zona, inconsapevole della paura che intanto attanagliava i suoi padroni.

Le ricerche, che non si sono fermate neanche per la notte, portavano con se solo i pensieri colmi delle speranze e angosce della famiglia.

I volontari, che lavoravano instancabilmente al ritrovamento di Stan, hanno infine suggerito di essere cauti, certi del fatto che sarebbe stato ritrovato, per non spaventarlo.

La loro preoccupazioni erano rivolte ad un possibile “stato mentale” del cane, che ritrovatosi da solo, era in una sorta di “modalità sopravvivenza” e quindi maggiormente attento a ciò che lo circonda, come rumori improvvisi o movimenti non attesi.

Il ritrovamento del cagnolino

Stan e la sua famiglia (Screen Facebook)
Stan e la sua famiglia (Screen Facebook)

Finalmente, dopo due giorni, la buona notizia è arrivata: Stan era stato trovato.

Ma, se vi state chiedendo quale sia il nome del volontario che ha riportato il cagnolino a casa, avrete una bella sorpresa. A ritrovarlo, è stato infatti un cane da ricerca, Raven, che una volta individuato il suo odore e capito dove fosse rintanato Stan, lo ha accompagnato alla sua abitazione.

Quando l’ho visto, ho chiamato il suo nome con voce calma soltanto due volte” racconta la proprietaria, riferendosi al loro primo incontroStan ha alzato la testa ed è venuto verso di me

Era pronto per tornare a casa e noi ne eravamo davvero tanto sollevati” conclude, e in un post Facebook sulla sua pagina, Emma ringrazia tutte le persone che li hanno aiutati.

Non riesco a ringraziare abbastanza tutti per tutto l’aiuto che abbiamo avuto, la famiglia ovviamente vi ama tutti” con le parole piene di gratitudine della sua padrona, si conclude nel migliore dei modi la storia di Stan.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

F.D.M