Home News Pioggia di animali: lo strano fenomeno documentato fin dall’antichità

Pioggia di animali: lo strano fenomeno documentato fin dall’antichità

CONDIVIDI

C’è chi ha assistito a piogge di rane e pesci ecco perché accade

Ci sono alcuni fenomeni che nella storia hanno impressionato la popolazione. Tra questi, le cosiddette piogge di animali che in passato erano anche ricollegate a credenze religiose e superstizioni popolari.

Nel medioevo addirittura, si pensava che i pesci nascevano in cielo e ricadevano sulla terra. Il fenomeno della pioggia di animali risale a tempi antichi. Si trovano infatti citazioni nei testi grechi e romani ma anche nella Bibbia, dove la pioggia di rane viene citata come una delle dieci piaghe dell’Egitto.

Nel XVI e nel XVII secolo, questo fenomeno veniva narrato nelle favole, soprattutto dei paesi Nordici, per cui in Norvegia nel 1578 a Bergen si registra una pioggia di topi, mentre nel 1625, pioggia di rane ad Acle così come casi più recenti come la pioggia di rane registrata nel 1953, nel Massachusetts, la pioggia di gamberi in Australia mentre iIn Italia a Faenza nel 2011 è stata invece registrata una pioggia di tortore.

Sul tema si sono susseguite le ipotesi. Dalle superstizioni a tesi scientifiche più recenti. In

Si è dovuto attendere il XIX secolo affinché gli scienziati trovassero una spiegazione plausibile. Tra questi, il fisico e chimico francese, André-Marie Ampère il quale ha sostenuto che in un certo periodo dell’anno, gli anfibi (rane e rospi) si spostano in gruppo e di conseguenza potrebbero rimanere vittime di forti intemperie, alzati in aria da folate di vento per poi ricadere a distanza.

Recentemente, gli studiosi hanno invece avanzato la tesi per cui la pioggia di animali è riconducibili alle trombe d’aria. Ovvero, ci sono alcuni tornado che hanno origine nell’acqua, che sia l’oceano, mari, laghi o addirittura piccoli stagni, Questi trombe d’aria sono così potenti che in alcuni casi intrappolano gli animali all’interno della colonna d’aria. Gli animali sono così portati verso l’alto e possono precipitare a terra in occasione di forti temporali.

Secondo quanto registrato anche da alcuni documentari davvero affascinanti gli animali ricadono vivi a terra oppure sono stati trovati congelati, all’interno di cubetti di ghiaccio.

I ricercatori hanno riferito che quando gli animali sono vivi hanno percorso una breve distanza.

Lo stesso per i volatili. In tal caso, vengono intrappolati in altitudine dai tornado. Per loro però si tratta di una trappola mortale. Infatti, i volatili ricadono a terra in branchi, privi di vita.

Quello che sorprende i ricercatori è che questo fenomeno riguarda solo alcune specie di animali a volta. Ovvero, in un tornando non sono presenti più specie bensì una sola a volta.

Ecco un documentario sul fenomeno pubblicato dalla BBC

C.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI