Home News Pippa: quello che resta di un cane da caccia alla fine della...

Pippa: quello che resta di un cane da caccia alla fine della stagione venatoria in Spagna

CONDIVIDI

L’hanno trovata in condizioni disperate alla fine della stagione venatoria in Spagna. Era stata abbandonata dai cacciatori perché ormai era diventata inutile.

Ma prima di lasciarla, l’hanno picchiata con il preciso intento di ucciderla oppure di non farla scappare da quel punto nel quale avevano sentenziato la sua condanna. Le hanno spezzate le ossa delle zampe e colpita sulla testa, provocandogli un danno cerebrale.

La cagnolina, chiamata Pippa, è stata ricoverato di corsa presso il centro di salvataggi estremi della Viktor Larkhill Foundation dove lo staff veterinario sta facendo di tutto per salvarla e recuperare le sue condizioni di salute.

In un post di aggiornamento, lo scorso 14 febbraio, i veterinari hanno resto noto che stavano facendo il possibile e che Pippa sarebbe stata sottoposto ad altri esami clinici per verificare se ci sono possibilità di recuperarla anche parzialmente.
E’ la condizione di migliaia di cani galgos in Spagna, denunciata dalle associazioni animaliste. Ogni anno, questi esemplari vengono massacrati. Lo scorso dicembre 2016, un altro esemplare, una femmina di nome Alba venne ritrovata nelle stesse condizioni, con le zampe fratturate, fortunatamente, senza trauma cranico. Un’usanza barbara che le associazioni continuano a denunciare ma che permane radicata nel paese.

VIDEO DI PIPPA