Home News Il proprietario del negozio degli orrori arrestato: 150 animali maltrattati

Il proprietario del negozio degli orrori arrestato: 150 animali maltrattati

E’ stato accusato di crudeltà nei confronti degli animali il proprietario di un negozio nel quale più di 150 animali esotici sono stati rivenuti in completo stato di abbandono, affamati, disidratati e sporchi.

150 animali esotici salvati dal negozio degli errori (Foto Pixabay)
150 animali esotici salvati dal negozio degli errori (Foto Pixabay)

Sono 150 gli animali esotici tra cui cavie, tartarughe conigli e diverse varietà di rettili sequestrati dal negozio di animali degli orrori.

Il proprietario dell’attività commerciale Timothy Lorraine è stato arrestato dopo alcune segnalazioni di alcuni clienti che recandosi all’interno dell’attività avevano notato le condizioni orribili degli animali.

L’uomo che dovrà rispondere a 19 capi d’accusa è attualmente detenuto nel centro di detenzione della contea di Pulaski, l’uomo residente nella contea di Whitley arrestato dai funzionari di Fish and Wildlife è accusato di crudeltà sugli animali di secondo grado ed è atteso in tribunale per ricevere la sua condanna.

Secondo un comunicato stampa le autorità locali e diversi gruppi umanitari avrebbero collaborato per il salvataggio di oltre 150 animali esotici detenuti nel negozio in condizioni di vita pessime.

150 animali esotici salvati dal negozio degli orrori

150 animali esotici salvati dal negozio degli errori (Foto Pixabay)
150 animali esotici salvati dal negozio degli errori (Foto Pixabay)

Sembra infatti che la Humane Society degli Stati Uniti, l’unità investigativa speciale del Kentucky Department of Fish and Wildlife Resources, il dipartimento di polizia di Burnside, l’ufficio del procuratore della contea di Pulaski, la Somerset-Pulaski County Humane Society e il dipartimento del controllo degli animali della contea di Pulaski abbiano cooperato per portare in salvo tutti gli animali.

Secondo i rapporti delle autorità locali per il proprietario del negozio di animali è scattato un mandato di perquisizione durante il quale sono stati rinvenuti moltissimi serpenti, porcellini d’India, tartarughe, lucertole, gerbilli e svariati pesci tropicali in luoghi sporchi. I pesci smagriti stazionavano in vasche dall’acqua torbida mentre tutti gli altri animali sembravano essere abbandonati a se stessi.

Alcune specie diverse condividevano i recinti sporchi e privi di cibo, tutti gli animali erano in uno stato mentale pessimo, e i criceti rosicchiavano freneticamente le gabbiette di ferro che li opprimevano, coperti di ragnatele e feci gli operatori hanno dovuto collaborare attivamente per portarli in salvo.

Un portavoce della Humane Society degli Stati Uniti ha infatti asserito: “È stato profondamente inquietante assistere alle desolate vite di questi animali in questo negozio degli orrori” “Siamo grati al dipartimento di polizia di Burnside e a tutte le organizzazioni coinvolte nel fornire a questi animali le cure di cui hanno disperatamente bisogno”.

Tutti gli animali sono stati portati in salvo dal negozio degli orrori e dopo aver ricevuto le prime cure veterinarie sul posto sono stati trasportati in un luoghi dove tutte le organizzazioni hanno messo a disposizione i propri veterinari per le cure necessarie.

Il capo del dipartimento di polizia di Burnside Mike Hill ha affermato :“Sono rimasto scioccato nel vedere animali che vivono in queste condizioni.” “È un grande sollievo per tutti noi qui che questi animali avranno l’opportunità di essere riabilitati, grazie all’aiuto della Humane Society degli Stati Uniti e di tutti coloro che sono coinvolti nel far sì che ciò accada oggi”.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Loriana Lionetti