Home News Questi 9 animali non sono poi così tanto pericolosi per l’uomo

Questi 9 animali non sono poi così tanto pericolosi per l’uomo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:55
CONDIVIDI

Il mondo è pieno di animali che possono porre fine alla vita di una persona con una sola piccola e apparentemente insignificante mossa. Viviamo in un delicato equilibrio con creature con le quali condividiamo il nostro habitat.

Noi rinchiudiamo gli animali e li costringiamo a vivere vite intere confinati, maltrattati e massacrati. Li cacciamo, li utilizziamo per il nostro intrattenimento, li ingabbiano come animali domestici e li mangiamo come cibo.

Gli animali più pericolosi del mondo non sono sempre quelli che ci aspettiamo.

In questo articolo faremo una classifica nella quale vi elencheremo gli animali ritenuti pericolosissimi per l’uomo, ma in realtà non lo sono poi così tanto.

Orso Bruno

Orso bruno

L’orso bruno è un mammifero diffuso in tutta l’Europa in nord America e in Asia, può pesare dai 100 ai 700kg. Non ama la compagnia, è un solitario che si aggira di notte per evitare l’essere umano. A differenza dei luoghi comuni, infatti l’orso teme l’uomo. Sono animali che prima di attaccare, vocalizzano le loro intenzioni e attaccano solo se si sentono fortemente minacciati. La maggior parte delle volte attaccano solo se devono difendere i propri cuccioli. In tutti i casi è sempre meglio tenersi alla larga dagli orsi.

lo Squalo

Squalo
Squal

potrebbe interessarti anche—>/news/animali-piu-pericolosi-top-

Soprannominato il terrore dei mari, lo squalo deve la sua fama di assassino sopratutto al cinema. In realtà, lo squalo non ama cibarsi della carne umana, per lui infatti è indigesta. Capita raramente che uno squalo attacchi l’uomo ma quando accade è solo perché è stato scambiato per un’altra preda o quando gli squali si sentono minacciati. Com’è noto, la miglior difesa è l’attacco.

Pipistelli Vampiro

pipistrello

Come i vampiri, sentono il sangue pulsare nelle vene e ne sono attratti. Attaccano la loro preda e ne succhiano il sangue senza che questa neanche se ne renda conto. Attaccano animali di grossa taglia come ad esempio le mucche. I casi in cui questi pipistrelli hanno attaccato l’uomo sono estremamente rari.

Avvoltoio

Avvoltoio

Si pensa siano pericolosi, in realtà non lo sono. Gli avvoltoi sono i cosiddetti spazzini dei carnivori. Si cibano di carcasse ovvero dei resti di animali cacciati da altri animali o di animali morti per cause naturali. Non cacciano mai e non hanno mai attaccato l’uomo.

Manta

Sono animali possenti e l’uomo dovrebbe tenersi ben alla larga da loro. Il loro aculeo è velenoso e inoltre si tratta di una specie protetta. Fortunatamente non attaccano mai l’uomo, se non sono minacciati.

Ragni

ragni velenosi
Acanthoscurria gomesiana

I ragni sono molto velenosi ma raramente portano l’uomo alla morte. Solitamente i ragni tendono a scappare anziché attaccare. Sono pochi i ragni che hanno un veleno letale.

Serpenti

serpenti

Non tutti i serpenti sono velenosi e sopratutto non tutti i serpenti attaccano l’uomo. Anzi la maggior parte di loro non lo fanno, attaccano solo se sfidati o minacciati. Bisogna imparare a riconoscerli in modo da non discriminare le specie innocue.

Pit bull

pit bul

Sfatiamo un mito: i pit bull non sono assolutamente animali cattivi. Agiscono solo nel modo in cui sono abituati ad agire. La colpa è spesso parte dell’educazione del proprietario. Avendo una morfologia muscolosa e delle mascelle possenti è stato da sempre una vittima dell’ uomo che lo ha costretto a combattere per il proprio divertimento o lo incita a difendere in maniera eccessiva il proprio territorio.

Leone di montagna

leone di montagna

Antiche leggende narrano di questi temibili predatori che attaccano qualsiasi cosa si muova. In realtà gli attacchi all’uomo dal 1890 ad oggi sono stati in tutto 25.

L.L

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Potrebbe interssarti anche—>20-animali-piu-pericolosi-e-che-causano-piu-morti-annuali