Home News Un paese ha 250.000 gatti randagi: numeri record

Un paese ha 250.000 gatti randagi: numeri record

Alcuni studi hanno dimostrato la presenza di ben 250.000 gatti randagi in un paese. I numeri spaventano ma c’è un motivo dietro le cifre record.

Mici accuditi per strada
Mici accuditi per strada (screen Instagram)

E’ da sempre uno dei problemi che attanaglia diversi paesi e che, a quanto sembra, non sarebbe di facile risoluzione. Un paese in particolar modo ha contato circa 250.000 mici randagi in giro per le strade. I numeri sono stati quantificati attraverso alcuni studi eseguiti da esperti e potrebbero essere potenzialmente in crescita se non si adattano sistemi di prevenzione. Non è la prima volta che trattiamo l’argomento e, proprio di recente, avevamo raccontato dell’esemplare caso di uno Stato che è riuscito a placare il fenomeno. Sistemi di sterilizzazione e tasse più elevate potrebbero essere la soluzione anche per il Regno Unito che, stando a quanto rilevato, deve fare i conti con numeri record. Gli studiosi hanno però saputo risalire ai motivi di tali cifre e sono più di uno.

Un paese ha 250.000 gatti randagi: fenomeno legato ai gatti domestici

gattino randagio appena nato
gattino randagio appena nato (screen Instagram)

Il report reso noto dagli esperti e di carattere scientifico e dimostrerebbe una correlazione tra i 250.000 gatti randagi e quelli domestici presenti nel Regno Unito. Alcuni ricercatori della Bristol Veterinary School dell’Università di Bristol hanno condotto perizie e rapporti sui residenti tra il 2016 ed il 2018, giungendo a diverse conclusioni.

LEGGI ANCHE >>> Un paese ha risolto il problema dei cani randagi in strada

Tra i principali fattori legati al randagismo felino sono da riscontrare la povertà e la densità abitativa. I risultati hanno infatti dimostrato che esistono ben 9,3 gatti senza padrone per ogni chilometro del paese. I mici sarebbero maggiormente presente nelle aree più popolate ma perché? Diverse le spiegazioni a cui sono giunti i ricercatori. Più gatti domestici significa più possibilità di fuga o di cucciolata imprevista e dunque di gatti senza padroni. Inoltre, nelle aree più abitate si produce più immondizia, fattore che attrae particolarmente i felini senza tetto.

LEGGI ANCHE >>> Cane randagio compie un miracolo e fa parlare un bambino autistico (VIDEO)

Gli stessi studiosi hanno sottolineato che il fenomeno è legato in realtà a tanti altri fattori ma i risultati sono comunque il frutto di accurate ricerche e analisi condotte nel corso dei due anni. L’invito è sicuramente quello di mettere in campo possibili soluzioni per evitare l’incremento dei numeri e soprattutto che sempre più mici vaghino senza una casa. 

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

M.F.G