Home News Salva la vita ad un neonato gettato nella spazzatura, allertando i vicini

Salva la vita ad un neonato gettato nella spazzatura, allertando i vicini

CONDIVIDI
Olivos da cucciolo

Ci sono alcuni cani che hanno un’intuizione più forte e un’intelligenza davvero unica. Esemplari che ci fanno ricordare l’importanza del ruolo del cane al fianco dell’uomo: compagno di lavoro, custode e angelo guida. Alcuni esemplari sono capaci d’imprese davvero straordinarie e spesso rimbalzano sulle cronaca dei quotidiani, vicende davvero incredibili. A distanza di poche settimane dal caso registrato in Cina dove un cane durante una passeggiata ha fiutato e trovato un neonato sepolto vivo sotto terra in un bosco ecco che dall’altra parte dell’emisfero, un altro esemplare ha dimostrato tutta la sua fedeltà all’essere umano.

Il cane protagonista di questa storia di nome Olivos vive nel quartiere Florida Oeste a Buenos Aires. Si tratta di un dolce meticcio piuttosto socievole che ha l’abitudine di farsi le sue passeggiate, passando di casa in casa, facendo amicizia con tutti anche se ha un padrone dal quale torna sempre.

Olivos è un piccolo eroe e secondo le indiscrezioni trapelate dai media locali, nel mese di febbraio scorso, ha allertato per tempo un vicino, svegliandolo mentre la casa stava andando in fiamme.  Recentemente, Olivos ha invece salvato la vita ad un neonato. Un vero e proprio miracolo per i residenti locali e per i media che hanno riservato diversi servizi a quanto accaduto.

Nel tardo pomeriggio dello scorso 6 giugno, un vicino di casa di nome Santos Palomo, ha notato Olivos lungo la strada che si era fermato a guardare un sacco della spazzatura. Il cane non si allontanava dalla busta e aveva un comportamento strano, come se volesse allertare qualcuno: abbaiava verso la busta e poi l’annusava di continuo.

L’uomo, insospettito dall’atteggiamento bizzarro di Olivos, si è avvicinato per verificare la situazione. La curiosità ha lasciato spazio allo stupore quando, toccando la busta di plastica Santos ha scoperto che al suo interno vi era un neonato. Il bambino dormiva ed era ancora in vita. L’uomo ha così provveduto a chiamare immediatamente le autorità e a far trasferire la piccola creatura all’ospedale più vicino, dove il neonato è stato ricoverato nel reparto maternità Santa Rosa in ipotermia ed in condizioni di malnutrizione. In base agli aggiornamenti, il bambino che avrebbe circa quindici giorni di vita e pesa due chili, sarebbe fortunatamente fuori pericolo e molte persone hanno chiesto di poterlo adottare.

“Ero venuto a vedere la casa di un vicino che è andato in vacanza. Quando sono tornato, ho visto Olivos strano. Di norma è un cane buono ma era irrequieto. Stava annusando e abbaiando alla busta di plastica. Avvicinandomi ho notato che c’era qualcosa di anomalo e quando ho toccato la busta ho sentito la fronte di un bambino, poi ho sentito le sue labbra. I vicini sono accorsi subito e hanno chiamato la polizia”, racconta Santos, in un’intervista.

Le autorità hanno avviato un’indagine sul caso mirate a rintracciare i genitori e a far chiarezza sul gesto.

Il padrone di Olivos, Enzo Giménez, era ignaro di quanto accaduto e solo all’indomani, attraverso i media ha scoperto le prodezze del suo fedele cane: “Ha appena compiuto un anno. Lo abbiamo trovato quando aveva poche settimane e abbiamo iniziato a prenderci cura di lui con la mia ragazza. Ama stare in strada. Si può dire che è un cane davvero straordinario”.