Home News Sfruttata per la riproduzione: non la cura e la porta a sopprimere

Sfruttata per la riproduzione: non la cura e la porta a sopprimere

CONDIVIDI
allevamenti cani
Hope, sfruttata negli allevamenti

Dopo averla sfruttata fino all’ultimo per la riproduzione di cuccioli, allevatoe la porta a sopprimere.

Vicende che lasciano senza parole. Una bellissima e giovane Golden Retriever è stata sfrutta per anni in un allevamento per la riproduzioni di cuccioli. L’esemplare aveva contratto una brutta infezione che si stava espandendo ad un arto posteriore. Non essendo più utile ai fini riproduttivi, l’allevatore non ha cercato in nessun modo di curare il cane. Al contrario, l’esemplare è stato portato presso una clinica veterinaria nell’Ohio, per essere soppresso.

Quando i veterinari hanno accertato le condizioni della riproduttrice si sono rifiutati di sopprimerla. Per poterla salvare i veterinari dovevano amputare l’arto posteriore. Per questo hanno chiesto all’allevatore di cedere il cane. La bellissima Golden retriever è stata salvata grazie alla collaborazione dell’associazione animalista, la New2U Rescue con sede a Rochester, New York.

Cani destinati a morte negli allevamenti

Dopo l’intervento, il cane chiamato Hope è stato trasferito presso il rifugio dell’associazione. Inizialmente, l’animale era terrorrizzato e non socializzava con le persone né con altri cani.

“Quando l’abbiamo presa, era completamente terrorizzata”, ha dichiarato una volontaria Debbie Zwitzer. Hope aveva paura di mangiare e di bere. Questa tenera golden retriever non sapeva cosa significasse una cuccia comoda. Quando i volontari l’hanno portata nel rifugio, Hope si è accucciata in un angolo sul pavimento freddo, anche se c’era una bella cuccia a sua diposizione.

I volontari stanno lavorando sul trauma di Hope. Il cane viene portato fuori per farlo abituare a camminare su tre zampe. Mentre è stato affiancato un altro cane per insegnare a Hope il gioco e la socializzazione. Secondo quanto raccontato dai volontari, un cane di nome  Jackie, un dolce labrador nero di due anni, si è avvicinato a Hope, prendendo i suoi giocattoli e cercando di coinvolgerla nel gioco.

Purtroppo come denunciato dal Puppy Mill Project, un gruppo di avvocati di Chicago, che negli Stati Uniti vengono allevati più di 2 milioni di cuccioli. L’organizzazione che si occupa degli allevamenti lagher ha denunciato che nella maggior parte dei casi, i cani sono allevati in piccole gabbie dove non possono muoversi. Quando i cuccioli sono troppo grandi per essere venduti e quando le fattrici invecchiano o sono malati, vengono soppressi.

“Ci sono molti cani come Hope. Cani che hanno vissuto l’inferno sulla terra”, denuncia la Zwitzer-

Quando Hope avrà finito il suo percorso riabilitativo potra finalmente essere data in adozione. Dagli aggiornamenti, condivisi sulla pagina dell’associazione, Hope sta facendo progressi. Avrebbe adirittura iniziato a dormire nella cuccia. Tutti i volontari sperano che presto trovi una famiglia amorevole.

C.D

Guarda la storiza di Hope

Aggiornamenti su Hope