Home News Shorty, il cane anziano riportato in salute dopo la morte del proprietario

Shorty, il cane anziano riportato in salute dopo la morte del proprietario

Shorty è il cane anziano di razza chihuahua che è stato riportato in salute dopo la morte del suo proprietario. La storia è piena di speranza.

cane obeso
Shorty (Instagram)

Ogni giorno è un buon giorno per una buona azione e adottare un animale, significa salvarlo da un destino triste. Molti animali ogni giorno vengono purtroppo abbandonati, oppure i proprietari sono costretti a separarsene. Nel caso di Shorty, ha vissuto tutta la sua vita a fianco della sua precedente proprietaria, fino a che non è morta. Tuttavia la salute dell’anziano cane era comunque precaria perché il chihuahua pesava ben 9 kili, quando il peso medio di questa razza si aggira intono ai 2 kili. A salvare Shorty è Carlie, una donna che fin dal primo istante si è innamorata di questo cagnolino.

La storia di Shorty, il cane anziano con qualche kilo di troppo

Cane anziano salvato
Carlie e Shorty (Instagram)

Carlie ha incontrato per la prima volta Shorty in un evento per adottare gli animali. Il cane anziano infatti si trovava li perché il suo precedete proprietario non era più al mondo e anche se il chihuahua era anziano e non in salute, i volontari speravano di vederlo presto con un’altra famiglia.

Ti potrebbe interessare anche >>> Cagnolina Ambra cerca una famiglia: dopo il dolore, vuole essere felice

La ragazza sapeva di poter dare una svolta alla vita di Shorty, era stato un vero e proprio colpo di fulmine. E così lo adottò. Carlie sapeva che il viaggio di Shorty per trascorrere i suoi ultimi anni felice e in salute sarebbero stati faticosi. Il chihuahua, oltre ad essere il doppio del suo peso ideale, aveva difatti problemi alla tiroide e poche energie.

Ti potrebbe interessare anche >>> La Chihuahua è in sovrappeso: vogliono sopprimerla (VIDEO)

Così iniziò la nuova vita di Shorty. La nuova proprietaria iniziò a dargli meno cibo e a sostituire quello in più con i fagiolini. Dopo poco tempo e le cure adeguate, il chihuahua iniziò a perdere peso perciò la ragazza cominciò a portarlo anche al parco per cani per farlo correre e giocare. Con successo, l’anziano cagnolino riuscì a perdere 8 kili, raggiungendo così il suo peso ideale. Purtroppo essendo anziano è scomparso poco dopo ma Carlie afferma di aver mai amato così tanto un animale domestico. La morale della storia di Shory può essere utile a capire che adottare cani anziani può essere una sfida ma porta di certo tante soddisfazioni e amore. (Lisa Girello)