Home News Storia del gatto Lunar: ogni giorno salva la vita alla sua padrona

Storia del gatto Lunar: ogni giorno salva la vita alla sua padrona

CONDIVIDI
Ali Coles e Lunar

Storie d’amore tra gatti e proprietari ve ne abbiamo raccontate molte, ma quella di Lunar e Ali Coles, 29 anni, è davvero speciale. La ragazza, che abita in Gran Bretagna, soffre di una sindrome molto rara, la Ehlers – Danlos, aggravata da un’altra sindrome, quella di Pots. Per tale ragione, ha improvvise crisi cardiache che portano allo svenimento.

Si tratta di crisi improvvise e grazie a Lunar, un gatto inglese di tredici anni di età, quindi molto anziano, Ali Coles riesce a evitarle. Il gatto è infatti capace di riconoscere le variazioni di ritmo, anche impercettibili, del cuore della sua proprietaria. Così, quando questo accade, inizia immediatamente a strusciarsi, miagolando e compiendo movimenti agitati.

Col passare del tempo, Ali Coles si è resa conto che Lunar non agisce in maniera casuale, ma che intuisce per tempo le difficoltà cardiache della giovane. Così, allertata dal suo gatto, la 29enne può andare a sedersi o a sdraiarsi, evitando che quelle crisi portino allo svenimento e di cadere a terra all’improvviso, col rischio di farsi male. Peraltro, la sindrome di di Ehlers – Danlos già le provoca un peggioramento progressivo agli arti ed ai muscoli.

Il rapporto tra Lunar e Ali Coles ha fatto sì che la giovane donna abbia evitato negli ultimi anni gravi incidenti. Insomma, grazie al sul amico a quattro zampe, la vita della 29enne è stata molto meno soggetta a pericoli e ora il sorriso è tornato sulle sue labbra.

Nelle scorse ore, vi abbiamo raccontato del gattino Morrie e di Rachel, la giovane che insieme al suo fidanzato gli ha salvato la vita: “Avevo notato qualcosa che camminava nell’erba alta, appena mi sono accorta che si trattava di un micetto non ho saputo resistere e ho desiderato offrirgli protezione. Era tutto bagnato e l’ho preso in braccio”, ha raccontato la ragazza.

Non c’era la mamma in giro, ed il gattino sembrava anche parecchio malnutrito, così i due lo hanno portato in casa loro per asciugarlo e da qui in una clinica veterinaria, dove la scarsa nutrizione è stata osservata anche dagli specialisti. Lì Morrie è rimasto per tre giorni, con nel frattempo Rachel ed il compagno che appena possibile andavano a fargli visita.

Morrie cresce bene adesso, i due gli danno tanto latte attraverso una siringa e tutto questo sta avvenendo contro le previsioni dei dottori, i quali pensavano che senza l’allattamento diretto da parte della mamma, il gattino non ce l’avrebbe fatta.

Qualche giorno fa, un gatto ha salvato una famiglia dal rogo della loro abitazione: è accaduto in una abitazione di via fratelli Manfredi a San Rocco di Boretto. Scattato l’allarme, sono arrivati i vigili del fuoco di Guastalla, che hanno limitato i danni, che restano comunque ingenti. Da quel che si apprende, proprio come nel caso del Grenfell Tower, l’incendio sarebbe scaturito da un’avaria al frigorifero.