Home Cavalli Suoni e nitriti caratteristici del cavallo

Suoni e nitriti caratteristici del cavallo

CONDIVIDI

I suoni e i nitriti del cavallo

nitrito cavallo

Il cavallo comunica attraverso diversi canali: uditivo, tattile, gustativo e visivo. Con il suono e i versi che emette, il cavallo comunica con i suoi simili ma anche con le persone. Il cavallo ha i sensi molto sviluppati e oltre ad affidarsi alle percezioni, riesce ad associare le parole a determinate azioni che interpreta. Ecco perché è importante comunicare con la voce oltre che con il contatto fisico. L’udito è fondamentale per l’apprendimento ma anche per la comunicazione con il cavaliere e gli altri cavalli.

Quali sono i versi del cavallo

Il suono del cavallo viene comunemente chiamato “nitrito“. Si tratta di uno dei versi con il quale il cavallo si esprime. Può anche nitrire per condividere un proprio stato sia eccitato che agitato. Il nitrito varia inoltre in base all’età che al sesso dell’animale.

Il cavallo emette diversi suoni caratteristici:
nitrito
– nitrito di saluto
– sbuffo
– sospiro
– soffio
– ruggito o grugnito
– suono materno
– suono di corteggiamento

Il suono viene prodotto con la vibrazione delle corde vocali, nella laringe e con le narici (forge). Riesce a modulare il suono, in base a diversi timbri e alle proprie emozioni. Ogni suono andrà anche interpretato rispetto alla situazione in cui si trova l’animale e al suo movimento corporeo.

Biphonation: le due voci del cavallo

Desmond Morris nella sua opera “Illustrated Horses Watching” ha cercato di individuare i diversi suoni che i cavalli emettono per comunicare. In base recenti ricerche, è emerso che il cavallo comunica con due voci.

Esistono dunque due tipi di frequenze GO e FO, la prima corrispondente agli acuti e la seconda alle frequenze gravi. Gli equini riescono a modulare queste due frequenze. Un fenomeno acustico rato nei mammiferi.

Secondo lo studio, il suono FO (grave) sarebbe da ricollegare al grado di presenza o d’eccitazione del cavallo. Mentre GO (acuto) corrisponderebbe sia all’espressione di emozioni positive quando è breve che ha emozioni negative quando è lungo.

Ovvero, se un cavallo è stressato dall’allontanamento del branco, emetterà un nitrito con frequenza acuta lunga  al quale seguirà un tono grave lungo.

Le emozioni positive sono dunque comunicate con modulazioni basse e brevi o a frequenze alte e tenui con la testa bassa. Le emozioni negative sono espresse a frequenza alta e intensa, accompagnate da un irrigidimento della muscolatura.

Si tratta di un passo importante che ci permette di capire meglio il cavallo, le sue emozioni e i legami con i cavalli dell’altro branco.

Il cavallo ad esempio può comunicare con il padrone, richiedendo cibo o attenzione.

Nitrito del cavallo

Ci sono diversi tipi di nitrito del cavallo che variano in base alla tonalità. Il nitrito in base alla situazione può essere associato al richiamo, alla protesta, alla difesa, a una minaccia.

Il nitrito varia in base alla frequenza/tonalità, la durata e al movimento corporeo del cavallo.

Il nitrito di saluto è basso e gutturale, con una leggera vibrazione. Può essere sentito anche ad una distanza di 30 metri da altri cavalli. Ad esempio, se il cavallo nitrisce con la testa bassa è segno di un saluto. Di norma viene accompagnato da uno sbuffo.

Nitrito ad alta intensità, acuto: di norma viene usato per comunicare e restare in contatto con il branco a distanza. Viene anche definito “segnalatore di assenza” soprattutto nei cavalli che sono in box e che vorrebbero un compagno vicino.

Sbuffo del cavallo

Il cavallo sbuffa mandando fuori l’aria. In generale, lo sbuffo viene associato ad una percezione di qualcosa che lo interessa o che teme. E’ un segnale di avviso e di attenzione quando il cavallo ha la testa e la coda rialzate.
In generale, lo sbuffo è un invito alla prudenza rivolto agli altri membri del branco.

I cavalli sbuffano anche per comunicare la propria posizione.

Sospiro del cavallo

Il sospiro ha diverse funzioni. Di norma, esprime la noia o la seccatura nel dover fare qualcosa.  Capita che il cavallo sospiri quando viene sellato o ripete diverse volte lo stesso esercizio. Tra cavalli è un tipo di comunicazione con il quale il cavallo indica di voler rilassare la tensione o in reazione ad un’azione stressante.

Starnuto degli equini

Lo starnuto indica agli altri cavalli il proprio umore. Potrebbe anche essere collegato al comunicare agli altri cavalli l’intenzione di cambiare andatura. Ovvero, in alcuni casi, i cavalli starnutiscono prima di partire al galoppo.

Soffio del cavallo

Ci sono diversi tipi di soffi del cavallo. Si tratta di un suono che il cavallo emette tirando fuori l’aria dalle narici (froge). Di norma, quello più comune è un soffio corto e rauco che il cavallo emette curiosando o ispezionando l’ambiente. Un soffio che viene definito d’ispezione. Il cavallo soffia anche con un po’ d’aggressività incontrando altri cavalli. In tal caso, se si crea un’amicizia i due cavalli inizieranno a correre insieme oppure in caso contrario, se uno dei due cavalli non cede al soffio potrà seguire una rampata a terra.

Leggi anche–> Il cavallo ha paura dell’acqua: come aiutarlo

Schiocco

Questo tipo di suono emesso a tonalità molto alta è un segnale di allarme e di panico. I muscoli dell’animale sono tesi, le narici aperte al massimo, gli occhi sgranati. Il cavallo potrà anche iniziare a sudare. Si tratta di un segnale con il quale il cavallo comunica una sua condizione di paura e di terrore che lo ha paralizzato e nulla lo può distrarlo.

Brontolio del cavallo

Esiste anche un altro suono sul tipo di brontolio che il cavallo emette per esprimere il proprio disappunto, al pari di quanto batte lo zoccolo a terra.

Suoni del cavallo maschio e della femmina

I suoni variano anche in base al sesso del cavallo ovvero se l’esemplare è uno stallone, una giumenta, una femmina con il puledro o un castrone.

Lo stallone tende ad avere un suono molto forte, acuto e più rauco.

Un cavallo maschio castrone ha invece un tipo di suono più armonioso e dolce anche se potente.

Infine, le fattrici, ovvero le cavalle usate per la riproduzione, hanno una tonalità acuta, ma più dolce e armoniosa.

Ascolta alcuni esempi dei suoni emessi dal cavallo:

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI