Home News Uomo preso a pugni per rapire il suo cane di sostegno...

Uomo preso a pugni per rapire il suo cane di sostegno (FOTO)

Ennesimo caso di rapimento, nessun cane è al sicuro. Un rapimento traumatico per un uomo Londinese che mentre passeggiava e stato abbordato da due persone che l’hanno picchiato prendendolo a pugni  per rapire il cane.

Ted il cane rapito dopo aver preso a pugni il suo proprietario (Foto Facebook)

Tutto si è svolto nell’arco di pochi minuti l’uomo stava passeggiando con il suo amato Ted un bellissimo cane di 3 anni incrociato con un cocker, il cane è uno degli animali da sostegno emotivo entrato a far parte della famiglia 3 anni prima.

L’uomo è stato avvicinato da due ragazzi con il volto coperto che hanno iniziato a fare domande sul cagnolino.

Di questi tempi a causa della pandemia di covid-19 non è un fatto allarmante vedere persone con il viso coperto, e così l’uomo pensando di fare due chiacchiere con quelle persone, rispondendo alle domande tranquillamente mentre continuava la sua passeggiata con il suo amico a quattro zampe, a Cannon Hill Common, vicino a Morden.

Potrebbe interessarti anche : Dopo il rapimento ritrova il suo cane ma la polizia non glielo restituisce

Prendono a pugni il suo padrone e rapiscono  il cane di sostegno

Uomo preso a pugni per rapire il suo cane
Uomo preso a pugni per rapire il suo cane (Foto Facebook)

Il signor Jasper è un ex poliziotto in pensione di 66 anni e mai si sarebbe aspettato quello che stava per accadere.

I due infatti sembravano essere persone tranquille che volevano scambiare alcune parole durante una passeggiata, i due infatti hanno posto alcune domande all’uomo ma quando il signor Jasper ha salutato per andare via gli è stata posta un’ultima domanda: “Cosa, penseresti se ora ti rubassi il cane ?”.

La domanda è stata posta proprio nel momento in cui l’uomo si stava chinando per allacciare il guinzaglio di Ted , e mentre l’uomo con il viso coperto era davanti a lui il suo complice ha colpito sulla schiena con alcuni pugni  il signor Jasper per poi spingerlo per terra, afferrando il guinzaglio e fuggendo ridendo.

Il cane un incrocio tra un cocker e uno springer spaniel era la maggior fonte di conforto per il signor Jasper, ed è solo uno dei molteplici casi che si stanno verificando nel Regno Unito.

Con la pandemia di covid-19 le richieste di questi animali da supporto emotivo sono notevolmente aumentate, e con la richiesta ovviamente sono aumentati anche i prezzi degli animali.

Nella speranza di poter riabbracciare Ted la figlia del signor Jasper ha pubblicato un annuncio offrendo una ricompensa per chiunque riporti Ted a casa, il cane ha infatti aiutato suo padre ad uscire dalla depressione e dopo la pubblicazione del post sui social media ha anche affisso molteplici cartelli nell’area di Wimbledon per far si che Ted torni a casa.

L’uomo secondo quanto riportato dal Daily Mail è veramente a pezzi per il rapimento del suo amato Ted e ha dichiarato: Ho davvero lottato con la mia salute mentale negli ultimi anni e Ted è stato una parte importante della mia guarigione, senza di lui non so come andare avanti. “Mi sembra di vivere in un incubo senza fine.”

A quanto pare nelle ultime era da molto che il signor Jasper non passeggiava per le vie di Cannon Hill Common, secondo quanto riportato infatti alcune settimane prima aveva come la sensazione che qualcuno lo stesse osservando e che stesse fotografando il suo adorato Ted.

Uno dei Dog sitter che passeggiava nel parco afferma di aver individuato due uomini che assomigliavano ai rapitori vicino al comune prima che avvenisse il rapimento.

I rapitori sono stati descritti come due uomini caucasici sui 20 anni quello con cui il signor Jasper ha colloquiato aveva l’accento Londinese, l’uomo ha anche descritto come erano vestiti i rapitori asserendo successivamente: ” Non avrei mai pensato che mi sarebbe successo niente di simile”. “Sono sempre stato in grado di prendermi cura di me stesso e non ho mai creduto che qualcuno sarebbe stato in grado di fare una cosa del genere”.

Loriana Lionetti