Home Cani Il Cocker spaniel: un batuffolo adorabile

Il Cocker spaniel: un batuffolo adorabile

CONDIVIDI

È uno Spaniel, e cioè “spagnolo”, oppure inglese? Indubbiamente è inglese… che più inglese non si può: la razza è stata selezionata in Gran Bretagna a partire dal 1879, ma già nel Settecento gli Inglesi utilizzavano per la caccia cani di tipo Spaniel. È solo la sua origine più remota a essere probabilmente spagnola: lo scriveva già il dottor Cajus nel 1570, nel suo De canibus britannicis. Si trovano descrizioni di Spaniel inglesi già in libri risalenti alla fine del Trecento. Il suo nome deriva da woodcock, che in inglese significa beccaccia. Il Cocker è infatti un vero e proprio specialista nella caccia a questo pennuto.

CARATTERISTICHE MORFOLOGICHE:

È un cane allegro, robusto, sportivo, compatto. La lunghezza del tronco è più o meno uguale all’altezza al garrese. La testa è ben cesellata, con cranio ben sviluppato, muso squadrato, stop ben definito. Gli occhi grandi, non prominenti, devono essere di colore bruno o bruno scuro, mai chiari, intelligenti e dolci. Le orecchie sono attaccate basse, lobulari, pendenti: in lunghezza devono raggiungere, ma non superare, il tartufo. Il corpo è forte e compatto, gli arti di buona ossatura e in appiombo. La coda, che viene tagliata, inserita leggermente al di sotto della linea dorsale, è continuamente scodinzolante (caratteristica di razza). Pelo: liscio, sericeo, con frangiature non troppo abbondanti. Colore: a seconda della varietà, sono ammessi vari colori; negli unicolori il bianco è ammesso solo al petto. Taglia: maschi 39-41 cm; femmine 38–39 cm.

CARATTERE E ATTITUDINI:

Allegro e giocoso, ha bisogno di sfogare le sue energie altrimenti rischia di stressarsi e di diventare aggressivo. Dovrebbe essere sempre considerato un cane da caccia e mai un “peluche” da salotto: trattarlo come un giocattolo gli rovina immancabilmente il carattere. È un cane da cerca e da riporto e, come tale, è uno dei migliori ausiliari dell’uomo: è capace di vere e proprie astuzie che finiscono sempre per trarre in inganno la selvaggina, costringendola ad alzarsi da terra. È assai diffuso come animale da compagnia, ma questo impiego può renderlo felice solo a patto che vengano rispettate le sue esigenze (molto moto e vita all’aria aperta). In caso contrario diverrà probabilmente un cane grasso e nevrotico.

SALUTE E CONSIGLI:

È robusto e molto longevo; bisogna solo tenere puliti gli occhi e controllare spesso le lunghe orecchie, specie se il cane abita in campagna, per accertarsi che non si infiltrino corpi estranei capaci di provocare fastidiosissime otiti. Possibilmente in campagna, dove si sente davvero a suo agio e in pace con se stesso: se vive in sintonia con le sue attitudini è un cane simpatico, dolce e allegro. Poiché ha un carattere molto forte, però, lo stress può farlo diventare addirittura “pericoloso”, negli ovvi limiti delle sue dimensioni. È importantissimo non farlo aumentare di peso: avendo un metabolismo da atleta, quando fa poco moto ingrassa quasi inevitabilmente. Il Cocker spaniel è un cane adorabile, ma non deve diventare un cane “da cuscini”. Le persone più sedentarie, gli anziani e chi comunque non può portarlo a correre dovrebbero orientarsi piuttosto sul Cocker americano, dal carattere molto più pacato e meno soggetto a stress.