Home News World Animal Day: un giornata per ricordare i diritti degli animali

World Animal Day: un giornata per ricordare i diritti degli animali

Giornata per i diritti Animali: cosa fare per tutelarligiornata mondiale animali

Il diritto degli animali è al centro della Giornata Mondiale degli Animali che si svolge ogni anno il 4 ottobre. Fu celebrata per la prima volta il 24 marzo 1925 al Palazzo dello Sport di Berlino.

Successivamente spostata al 4 ottobre nel 1929, in occasione della festa di Francesco d’Assisi, santo patrono degli animali. Nell’ambito del Congresso internazionale sulla protezione degli animali del 1931 a Firenze, venne poi stabilito all’unanimità di rendere universale la Giornata il 4 ottobre.

Accrescere lo status degli animali al fine di migliorare gli standard di benessere in tutto il mondo. E’ la missione della giornata ancora oggi promossa in tutto il mondo dalla Fondazione Naturewatch del Regno Unito.

Sensibilizzare e informare la popolazione sui diritti degli animali da un punto di vista del benessere in tutti gli ambiti: allevamenti di animali da redditto, allevamento e riproduzione delle razze, sperimentazione animale, sfruttamento degli animali ai fini dell’intrattenimento sono solo alcuni degli ambiti ai quali è stata rivolta l’attenzione. Ma non solo. Il diritto degli animali si estende alla cura e all’attenzione fino ai maltrattamenti o all’abbandono.

Un secolo di lotte per affermare il diritto degli animali, culminato in molti successi, quali il riconoscimento degli animali come essere senzienti, ratificato nel Trattato di Lisbona, per il quale sono presupposte una serie di tutele e di diritti degli animali.

Dal trasporto animali vivi, alla detenzione, alle cure fino alla tutela degli animali domestici partendo dal fenomeno dell’abbandono, la gestione dei canili e i maltrattamenti e abusi.

In occasione della Giornata mondiale degli animali, è possibile assumere determinati comportamenti a sostegno degli animali.

  1. Alimentazione: scegliendo una dieta vegana o vegetariana, optando per aziende con trattamento etico nei riguardi degli animali (allevamenti in libertà, senza gabbie);
  2. Abbigliamento: optando per marchi che non hanno pelle o pellicce;
  3. Cosmetici: scegliendo i cosmetici che non derivano da sostanze testate sugli animali; premiandi i marchi con il timbro “vegan” o “non testato su animali”;
  4. Detersivi: scegliendo detersivi e prodotti che non derivano da sostanze testate sugli animali; premiandi i marchi con il timbro “vegan” o “non testato su animali” oppure detersivi ecologici e biodegradabili;
  5. Spettacoli: rinunciando a spettacoli con animali (circhi) fino a rinunciare agli acquari, zoomarine;
  6. Adottando gli animali anziché acquistarli;
  7. Denunciando i maltrattamenti e gli abbandoni.

Ancora oggi, il diritto degli animali non viene rispettato in tutto il mondo. In molti paesi, il continuano ad essere sfruttati per fini commerciali o trattati con modalità non etiche come nei macelli, nella caccia o bracconaggio.

Leggi–>
>>Le più belle donne amanti dei 4 zampe: hanno dedicato la loro vita agli animali
>> Le donne che hanno dedicato la loro vita agli animali

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizieSEGUICI QUI