Home Schede Rafeiro do alentejo: razza, caratteristiche, carattere e salute

Rafeiro do alentejo: razza, caratteristiche, carattere e salute

CONDIVIDI

DESCRIZIONE

Il Rafeiro Do Alentejo, chiamato anche Matin de l’Alentejo o Alentejo mastiff è un cane di grandi dimensioni di tipo molossoide di montagna, robusto, resistente e forte. Il suo istinto da guardiano lo porta ad essere un esemplare osservatore, attento, senza mai distrarsi. Ottimo come cane da guardia per la proprietà, essendo già stato usato in passato per il bestiame. Fedele al padrone, ma è difficile che esprime le sue emozioni. Non è aggressivo però è diffidente con gli estranei e sa farsi rispettare dagli sconosciuti. La fase d’educazione deve avere dei principi base di socializzazione cosicché possa crescere sereno e diventare un ottimo cane da compagnia per tutta la famiglia. Giocare non è la sua più grande gioia, preferisce lavorare, specie di notte, infatti resta sveglio e si attiva a qualsiasi rumore possa sentire. Purtroppo, non tutte le persone possono adottarlo sia per il carattere che la grande stazza. Agli anziani e i novizi non si consiglia come prima adozione. Proviene dal Portogallo, precisamente dalla storica regione dell’Alentejo. La sua evoluzione in questo luogo gli ha permesso di abituarsi alle temperature poiché c’è un clima con grandi escursioni stagionali, in estate fa tantissimo caldo e in inverno si gela dal freddo. La sua vita perfetta è negli spazi aperti.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego: Cane da guardia per bestiame e proprietà
  • Taglia: Grande
  • Vita Media:10-11 anni
  • Altezza maschio:66-74 cm
  • Altezza femmina:64-70 cm
  • Peso maschio:45-60 Kg
  • Peso femmina:35-50 Kg
  • Riconoscimento: ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

Il Rafeiro Do Alentejo è un cane più da lavoro che da compagnia ma, ciò nonostante, ha un temperamento calmo, docile e sereno. Attento, intelligente e leale al padrone. Può essere considerato un cane indipendente sebbene sia attaccato al gruppo sociale in cui vive. Non risulta aggressivo, ma sa essere minaccioso nei confronti degli sconosciuti se questi entrano nel suo ambiente. Le sue dimensioni intimidiscono chiunque, infatti gli intrusi scappano al suo abbaiare. Per natura è timido e preferisce stare tranquillo senza troppo stress. È sempre stato usato come cane da guardia per il bestiame delle greggi e le proprietà, infatti oggi può essere adottato esclusivamente come guardiano delle abitazioni. In passato era utilizzato anche nelle mansioni da caccia per i cinghiali selvatici. Il mantello gli permette di proteggersi in inverno dal freddo gelido e l’umidità. Anche in estate non ha grosse difficoltà a gestire il caldo torrido però deve poter avere a sua disposizione un riparo all’ombra, quando serve. La coabitazione con i felini deve essere fatta da cucciolo per avere una convivenza serena. Stare con i suoi simili nella stessa casa non è la miglior soluzione, deve aver prima assimilato una buona dose di socializzazione. Si adegua in qualunque ambiente, ma deve essere sufficientemente spazioso per le sue dimensioni. Stare in appartamenti stretti lo rendono nervoso, infatti deve avere la possibilità di fare una passeggiata ogni giorno, anche da solo, per sfogare la sua energia. Il suo habitat naturale è la campagna, ama stare in grandi spazi aperti. Se si vive in città la soluzione potrebbe essere una villa con giardino, così può stare fuori tutto il tempo che vuole e potrà scoprire il suo potenziale come cane da guardia.

PREZZO

La diffusione di questa razza in Italia è scarsa, infatti costo per acquistare un cucciolo di pedigree registrato è sconosciuto, ma varierà in base al sesso, all’età e alle origini. Il budget medio il sostentamento di un cane di queste dimensioni è di circa 60 euro al mese.