Home Video Abusi su animali: colpevoli di 1460 rapporti con cani e non solo...

Abusi su animali: colpevoli di 1460 rapporti con cani e non solo – FOTO

CONDIVIDI

Compiono oltre mille abusi su animali per soddisfare le proprie voglie: coinvolti cani, cavalli, una mucca ed anche una capra.

La bestialità umana supera a volte di gran lunga quella animale, ovviamente per comportamenti ed atti che non vorremmo mai diventare realtà. Ora arriva la notizia di abusi su animali da parte di tre persone. Si tratta di uomini di età compresa tra i 32 ed i 41 anni, che per anni avrebbero portato avanti delle violenze di natura sessuale su cani. Le forze dell’ordine avrebbero acclarato che i casi incriminati con protagonisti i tre mostri sarebbero addirittura più di 1400. Ed oltre ai cani, questi individui amavano trastullarsi anche con altre specie di animali. La vicenda proviene dalla Pennsylvania, uno dei più noti stati americani. I colpevoli – perché di fatto i loro crimini appaiono evidenti ed incontestabili – si chiamano Matthew Brubaker, Marc Measnikoff e Terry Wallace, e hanno rispettivamente 32, 34 e 41 anni.

Leggi anche–> Aumentano i rapporti sessuali con gli animali: quando la zooerastia diventa una patologia.

Abusi su animali, gli accusati erano inarrestabili

Le autorità forniscono anche il numero preciso di abusi su animali commessi dal diabolico trio: sono ben 1460. Ed ora i capi di accusa nei loro confronti sono diversi, a cominciare da maltrattamento e violenza nei confronti di animali, aggravati dalla crudeltà. Da quanto si apprende, gli imputati vivevano in una fattoria nella quale erano ospitati diversi cani e cavalli, oltre ad una mucca ed una capra. E con loro si trovava anche un ragazzo di 16 anni, il quale ha testimoniato contro i tre uomini. Per questo si ipotizza anche il reato di corruzione di minore.

Gli imputati utilizzavano anche diversi oggetti erotici per compiere le loro mostruosità. Ora il ragazzo è stato portato in una comunità dove ci si prenderà cura di lui. Ed anche gli animali sono stati condotti in un luogo sicuro. Quel che può sembrare una patologia rara è invece un qualcosa di parecchio diffuso, a quanto pare. Perché di segnalazioni inerenti abusi di carattere sessuale sugli animali ne arrivano da ogni parte del mondo. Uno dei casi più recenti arriva dalla Spagna, dove è stata accertata la presenza di un molestatore seriale di cani.

A.P.