Home Video Tonno di oltre due metri scambiato per squalo, è panico – VIDEO

Tonno di oltre due metri scambiato per squalo, è panico – VIDEO

CONDIVIDI
FOTO – screenshot

Un episodio bizzarro ha suscitato  improvviso sgomento nei bagnanti alla Cinta di San Teodoro, rinomatissima spiaggia nei pressi di Olbia, dove la gente è stata spaventata dall’apparizione a riva di un grosso animale marino. Si pensava che potesse trattarsi di uno squalo, a prima vista, con i bagnini che lo avevano avvistato distintamente dalla loro torretta di osservazione e che avevano lanciato il segnale per intimare alla gente di uscire dall’acqua. In pochi istanti è subito il fuggi fuggi generale. Alla fine però ci si è accorti che non era uno squalo quello che aveva provocato tutto questo trambusto, ma un tonno, seppur dalle grossissime dimensioni.

Le misure del pesce erano di ben due metri e mezzo di lunghezza e di ben un quintale di peso. E’ balzata subito agli occhi una profonda ferita che squarciava un fianco dell’animale, cosa che lo aveva condotto a riva in evidente stato confusionale. Il tonno era anche molto sofferente, ma nonostante ciò, alcuni soccorritori hanno provato a sollevarlo di peso per ricondurlo al largo. Invano però, perché il pesce si dimenava con la sua forza poderosa, riuscendo ogni volta a guadagnare la battigia. Tipico comportamento delle specie marine in difficoltà. In tantissimi, dopo essersi tranquillizzati, sono rimasti sul posto ad osservare cosa stesse accadendo.

I bagnini hanno infine deciso di caricare il tonno su un pattino per portarlo a circa duecento metri dalla riva, in attesa dell’intervento della Guardia Costiera che nel frattempo era stata avvertita. Purtroppo quest’ultima stava effettuando altre operazioni di soccorso, e così a giungere sul posto è stato il personale dell’Area Marina Protetta di Tavolara, accorsa tramite l’ausilio di un gommone assieme ad un veterinario. Purtroppo il tonno nel frattempo era morto, ed a quel punto sono state avviate le procedure per affondare l’animale. Il decesso si pensa possa essere ricondotto ad un fallito tentativo di pescare l’animale, data la sua stazza, con la lesione provocata da questo episodio. Un altro avvistamento eclatante di un gigantesco pesce marino era avvenuto l’anno scorso, a metà maggio invece erano state scoperte delle uova di calamaro gigante al largo di Livorno.

GUARDA IL VIDEO