Home Video Trova un cucciolo di canguro in difficoltà: non ci pensa due volte...

Trova un cucciolo di canguro in difficoltà: non ci pensa due volte – VIDEO

CONDIVIDI
(ritaglio video)

Un cucciolo di canguro era in difficoltà, dopo essere caduto e rimasto incastrato dentro una buca, stretta e profonda. Lo salva un contadino. Succede nel Queensland, Australia: il povero cucciolo non riusciva più a uscire. Il contadino si è prodigato, sporgendosi dentro la buca e prendendolo per zampe. Poi è riuscito a tirarlo fuori. Una volta liberato, il cucciolo di canguro ha avuto appena un attimo di esitazione. Ha fissato per qualche secondo il contadino, poi si è allontanato riprendendosi la propria libertà.

Qualche giorno fa, erano state pubblicate immagini commuoventi e strazianti, provenienti dal Macedon Ranges Wildlife Network, che mostrano il ritrovamento di un cucciolo e il suo salvataggio lungo una strada nei pressi di Victoria, in Australia. La madre è stata investita e lasciata sul bordo di una strada.

Vicende di inaudita violenza

E’ stato trovato ai bordi della carreggiata, nei pressi di Melbourne, vestito con un abito leopardato e seduto su una sedia, un povero canguro che era stato ucciso a colpi di fucile. Come se non bastasse, tra le zampe della carcassa dell’animale è stata messa una bottiglia. A diffondere l’immagine che ha scioccato l’intera Australia è stato il ministero dell’Ambiente.

Le autorità locali sono alla ricerca dei responsabili del brutale atto contro il canguro. Viene ricordato che uccidere un animale selvatico è un reato che viene punito con una pena fino a due anni di carcere. Mike Sverns, responsabile delle indagini sull’accaduto, ha spiegato: “Si tratta di un comportamento spaventoso e immorale. Per sistemare l’animale in questo modo l’autore del crimine deve aver impiegato un po’ di tempo, quindi siamo certi che qualcuno l’abbia visto”. Da qui l’appello a rompere il muro di omertà dando ogni informazione utile a trovare i colpevoli.

Nei mesi scorsi, è stato condannato a ben 11 mesi di carcere, Craig Jamie House, mentre il suo complice Vance Geoffrey Jarvis dovrà pagare una multa di 10mila dollari australiani. La sentenza è stata emessa dal Tribunale di Bunbury in Australia e riguarda una vicenda risalente al 2015 nella quale i due uomini sono stati protagonisti di una macabra e crudele messa a morte di un canguro.

In base alla ricostruzione dei fatti, trapelata dai media australiani, i due uomini prendendo a sassate un canguro, lo avrebbero attirato in una diga, trasformandola in una trappola mortale per l’animale dove è stato poi preso a sprangate con una bastone di ferro. Non contenti di aver ucciso il povero animale, i due uomini hanno ripreso tutta la scena come se volessero vantarsi della prodezza. Scalpore ha fatto anche la recente scelta del cantante Mike Epps di esibirsi su un palco facendo salire un canguro.

La mattanza dei canguri

Quello della mattanza dei canguri è purtroppo un problema serio in Australia. Secondo le organizzazioni animaliste un milione e mezzo di esemplari sono stati uccisi legalmente nel solo 2016. Altrettanti potrebbero fare la stessa fine nel 2017. Essendo il canguro considerato un animale troppo invasivo e prolifico, il governo ne ha reso legale la caccia, studiando – attraverso il Ministro della Sostenibilità e dell’Ambiente – un piano quinquennale di abbattimenti concordati dei marsupiali, varato nel 2012 e che a breve sarà rinnovato.

GM