Home Non solo Cani e Gatti Il capibara domestico: cosa è importante sapere sull’animale

Il capibara domestico: cosa è importante sapere sull’animale

Il capibara domestico è un sogno per molti. Scopriamo, insieme, tutto quello che è importante sapere prima di prendere con sé questo simpatico e adorabile animale.

Il capibara domestico
(Foto Pixabay)

Considerato come uno degli animali domestici più simpatici, il capibara ha alcune caratteristiche di cui bisogna tenere conto per poterlo addomesticare. Con il suo aspetto tenero e irresistibile, questa creatura per vivere bene e in salute deve avere il giusto luogo dove potersi sistemare e crescere sereno. Vediamo, insieme, quali sono le informazioni utili e necessarie da conoscere per avere il capibara domestico.

Il capibara domestico: caratteristiche e alimentazione

Non sono in molti a sapere che il capibara è un animale molto particolare, che predilige un ambiente preciso in cui poter vivere bene e a lungo. Le sue caratteristiche fisiche e la sua alimentazione sono davvero curiose. Conosciamo insieme questo affascinante peloso.

Il capibara come peloso domestico
(Foto Pexels)

Rispetto ai più comuni animali domestici e da compagnia, il capibara non può adattarsi a tutti i luoghi e soffre se costretto in uno spazio domestico piccolo e senza giardino. Devi sapere, infatti, che questo dolce roditore è un grande amante dell’acqua e adora nuotarci e muoversi in libertà.

Il capibara è una specie particolare: tra i roditori più grandi del mondo, il docile animale è dotato di membrane tra le dita delle sue zampe che gli permettono di stare bene in acqua e muoversi agilmente in essa. Viene chiamato anche capivara o carpincho ed è originario dell’America centrale e del Sud America.

Altra peculiarità dell’animale è il suo peso: la femmina capibara può arrivare a pesare anche 65 chili, molto di più (quasi 10 chili in più) rispetto all’esemplare maschio di questa interessante specie.

Il capibara, in generale, può nutrirsi facilmente. La sua alimentazione consiste, prevalentemente, in verdura, lattuga, frutta, alghe, piante e, in particolare, necessita di molta vitamina C nella sua dieta, non riuscendo a produrne da solo. Una curiosità riguarda la sua nutrizione poiché, ogni tanto, il roditore si ciba dei suoi escrementi, per sfruttare meglio le proprietà nutritive di ciò che mangia.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sul capibara: conosciamo il più grande roditore al mondo

Capibara in casa: carattere, salute e consigli utili

Anche se all’inizio può sembrare un animale troppo particolare e impossibile da addomesticare, basta conoscere alcune cose per potersi impegnare ad accoglierlo al meglio nella propria casa, prestando attenzione alla sua salute e all’habitat in cui dovrà adattarsi. Leggiamo meglio, qui nell’articolo, quali sono le raccomandazioni e i consigli migliori.

Come avere il capibara in casa
(Foto Unsplash)

Le sue dimensioni non devono assolutamente spaventarsi, perché in realtà il capibara sa essere un animale tranquillo e anche sufficientemente pulito. Il suo musetto tenero e gli occhietti dolce rendono il tempo da trascorrere insieme davvero piacevole.

Abituato a vivere in branco, il curioso roditore gigante può anche isolarsi dagli altri e l’esemplare maschio è preferibile da avere in casa. Se, invece, si ha la possibilità di poterne prendere due in casa, si consiglia di scegliere un maschio e una femmina, oppure due femmine.

Il capibara tende a essere territoriale e se si opta per la compagnia dell’esemplare maschio, si deve sapere che necessita della sterilizzazione, tra i 6 e i 9 mesi di età. Addomesticare un capibara regala anche una grande soddisfazione, poiché un capibara adottato ha la possibilità di vivere molto di più rispetto a quelli che vivono in cattività e, nel giusto ambiente, possono arrivare anche oltre i 12 anni di vita.

L’importanza dell’acqua per il grande roditore

Una buona fonte d’acqua e un grande spazio intorno alla casa sono i requisiti fondamentali per poter prendere con sé e addomesticare il capibara. Come abbiamo accennato, questo roditore ama immergersi nell’acqua e stare a contatto con essa e deve poterlo fare ogni volta che ne sente il bisogno.

É un punto che va ricordato sempre: lontano dall’acqua, il capibara potrebbe soffrire anche di alterazioni cutanee, problema da non sottovalutare poiché, purtroppo, può portarlo anche a morire. Così come per qualsiasi animale, anche il capibara domestico ha bisogno di controlli periodici dal proprio veterinario, per assicurargli benessere e salute.

Oltre queste accortezze e doveri da parte del suo padrone, regole semplici da seguire per amore del roditore, il capibara è molto intelligente e impara presto ad adattarsi ad una nuova vita, se ci si prepara ad accoglierlo e se si prestano le dovute attenzioni.

Giochi e comfort per la quotidianità del capibara domestico

Intelligente e calmo, il capibara domestico vuole soltanto sentirsi protetto e amato, come tanti altri animali da compagnia. Sono tanti i semplici giochi che si possono proporre al roditore per stare bene insieme e divertirsi e, per ogni dubbio, occorre imparare ad ascoltare i suoni che emette per capire le emozioni che ci sta comunicando.

Permettere al capibara la sua vita acquatica è estremamente importante: fornirgli una piscina, del fieno e dell’erba e tutta la sicurezza di cui ha bisogno è basilare. Impegnarsi e sforzarsi per lui ci darà in cambio tanto tempo di qualità insieme ad un animale tanto curioso e adorabile.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G