Home Non solo Cani e Gatti ⚠ Capodanno, non solo botti: stanotte i tuoi animali sono a rischio...

⚠ Capodanno, non solo botti: stanotte i tuoi animali sono a rischio anche per questo-VIDEO

Non sono solo i botti a fargli paura: come le lanterne cinesi sono pericolose per gli animali e perché non dovremmo usarle.

Lanterne cinesi a Capodanno
Lanterne cinesi mettono in pericolo gli animali (Canva-Amoreaquattrozampe.it)

Ognuno festeggia come vuole l’arrivo del nuovo anno, ma spesso non si considerano le conseguenze che ricadono sulla salute dei nostri amici animali: infatti oltre ai botti e ai fuochi d’artificio, anche le lanterne cinesi sono pericolose per gli animali. Vediamo quali sono i vari aspetti (dannosi) di questi oggetti, il loro significato e perché dovremmo fare di sicuro a meno di usarle.

Lanterne cinesi a Capodanno: significato, riti e cosa dice la Legge

Progettate probabilmente dallo stratega cinese Zhuge Liang per inviare dei messaggi a lunga distanza o per segnalare attacchi nemici, queste lanterne di carta di riso o comunque non infiammabile e con all’interno uno stoppino acceso, sono entrate a far parte della tradizionale festa locale per festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

Tradizione cinese delle lanterne
Lanterne cinesi in volo (Canva-Amoreaquattrozampe.it)

Da qualche anno a questa parte, anche in Italia si consuma questo rito ed è frequente alzare lo sguardo e vedere volare queste strutture simili a mongolfiere in miniatura nel cielo della notte. Tuttavia, al di là dell’aspetto romantico, non solo si tratta di oggetti che inquinano (se non biodegradabili) e che soprattutto possono provocare gravi incendi.

Se infatti, alla fine della sua traiettoria, si poserà su sterpaglie e boschi, è molto probabile che tutto il fogliame prenda fuoco. Se la Legge non si esprime però a riguardo, alcune ordinanze comunali ne limitano l’utilizzo, specialmente nelle occasioni di festa: infatti è necessaria una licenza presso le autorità locali per utilizzarle.

Lanterne cinesi pericolose per gli animali: che danni provocano

In realtà non è difficile immaginare che degli oggetti con una fiamma viva all’interno possano essere potenzialmente dannosi per l’ambiente ma anche per gli animali che lo popolano. Infatti il rischio di ustioni, ferite, incendi fino a conseguenze gravi come la morte è piuttosto alto.

Incendio in campagna
Incendio divampato in campagna (Canva-Amoreaquattrozampe.it)

Potrebbe interessarti anche: Scopri qui tutto sul Capodanno con il gatto: il terrore per i fuochi d’artificio e come aiutare micio

Trattandosi di strutture in metallo, gli animali potrebbero anche rimanere intrappolati in essa e non riuscire a liberarsene. Il pericolo maggiore è sicuramente costituito dagli incendi, che possono divampare se le lanterne cadessero in sterpaglie o in luoghi ricchi di paglia, come nel caso della fattoria in Sussex, colpita nel 2013 da ben 28 lanterne cinesi.

Potrebbe interessarti anche: Scopri tutto sugli animali terrorizzati dai fuochi di artificio: le ordinanze per vietare i botti a Capodanno

Non solo botti: come proteggere gli animali a Capodanno

Di sicuro quelli che vivono in casa sono più fortunati e tutelati rispetto a quelli costretti a vivere alle intemperie e in strada. Per quelli che hanno la fortuna di vivere con noi proviamo a rendere il momento del Capodanno meno traumatico possibile, mostrandoci sereni e calmi per infondere loro gli stessi atteggiamenti.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 

Facciamo in modo da creare per loro dei rifugi, lontani dalle finestre e dai luoghi più esposti a botti e fuochi della casa, magari distraendoli con passatempi, radio e Tv accesi. Evitiamo di somministrare agli animali dei tranquillanti che non siano stati prescritti dal medico veterinario.

In aiuto ai padroni, L’OIPA ha creato un video con un decalogo di consigli e regole da seguire per proteggere la salute dei nostri animali nella notte dei botti di Capodanno:

Un’altra possibilità è quella di muoversi comunemente e concretamente con una mozione rivolta al Comune di appartenenza, per limitare l’uso delle lanterne cinesi e dei botti, provando a regolamentarle (sebbene in molti non non rispettino affatto le regole, restando impuniti).