Home Non solo Cani e Gatti Chetosi nella cavia: le cause, i sintomi e il trattamento

Chetosi nella cavia: le cause, i sintomi e il trattamento

La chetosi nella cavia è nota anche come tossiemia colpisce principalmente le femmine gravide. Vediamo quali le cause, i sintomi e il trattamento.

porcellinod'India
(Foto AdobeStock)

Quando la scelta di accogliere in casa un animaletto domestico ricade su una cavia (anche detta porcellino d’India), occorre informarsi sulle eventuali malattie che potrebbero colpire l’animale.

Un momento delicato per la cavia è durante la gravidanza, quando può verificarsi uno stato di chetosi nella cavia.

Tuttavia, la chetosi può svilupparsi non solo nelle femmine gravide ma anche nelle cavie obese, maschi o femmine.

Vediamo quali le cause, i sintomi e il trattamento di questa condizione nel nostro animaletto domestico.

Cause della chetosi nella cavia

La chetosi nella cavia, generalmente si manifesta nelle ultime 2-3 settimane di gravidanza o nella prima settimana dopo il parto dell’animale.

barbering nella cavia
(Foto Adobe Stock)

Si tratta di un disordine metabolico che può presentarsi maggiormente nelle femmine gravide.

Ciò si verifica quando il livello di corpi chetonici prodotti supera la capacità del corpo di espellerli in modo efficiente, con conseguente eccesso di corpi chetonici nel sangue (composti solubili in acqua, il prodotto della scomposizione degli acidi grassi nel corpo).

Le cause di chetosi nelle cavie possono essere diverse:

  • cucciolata di grandi dimensioni;
  • mancanza di esercizio della cavia verso la fine della gravidanza (i corpi chetonici non vengono utilizzati come energia e si accumulano nel sangue);
  • obesità;
  • perdita di appetito durante le ultime fasi della gravidanza (che porta a bassi livelli di zucchero nel sangue);
  • stress ambientale;
  • vasi sanguigni sottosviluppati nell’utero (una condizione ereditaria).

Sintomi

Non sempre una cavia affetta da chetosi mostra dei sintomi, alcune volte a morire è il feto che porta in grembo e senza manifestare alcun segnale.

Altre volte invece è direttamente la cavia gravida che muore improvvisamente di chetosi.

I segnali che si manifestano nella cavia colpita da chetosi o anche detta tossiemia gravida possono essere i seguenti:

Potrebbe interessarti anche: Il porcellino d’India: da cavia ad animale domestico

Diagnosi e trattamento della chetosi nella cavia

Per poter eseguire una diagnosi, il veterinario specializzato in questi piccoli animaletti, dovrà effettuare una visita fisica, dovrà essere messo a conoscenza dell’insorgenza dei sintomi e delle condizioni che potrebbero aver portato a ciò.

Dopodiché, essendo i sintomi della chetosi simili ad altre patologie, il medico eseguirà una diagnosi differenziale, attraverso i seguenti esami: esame emocromocitometrico completo e un’analisi delle urine.

Stabilita la diagnosi, per quanto la terapia non risolva il problema, ci sono alcuni farmaci da somministrare alla cavia e sono glicole propilenico, glutammato di calcio o steroidi.

La prevenzione per evitare la chetosi nelle cavie, consiste in poche ma buone attenzioni nei confronti del vostro animaletto domestico:

  • dieta bilanciata (completa di tutti i nutrienti);
  • supplemento di calcio può a volte essere utile per prevenire la chetosi nelle cavie;
  • più carboidrati nella dieta e aggiungere una dose di glucosio all’acqua nelle ultime 2-3 settimane di gravidanza;
  • acqua e cibo siano sempre disponibili per incoraggiare la cavia a mangiare;
  • dosi extra di vitamina C per il porcellino d’India;
  • più attenzione al peso del porcellino d’India;
  • limitate le attività;
  • evitate rumori forti nei pressi della gabbia;
  • non maneggiate troppo le femmine gravide;

Naturalmente sono accorgimenti che possono aiutare ma non eliminare del tutto la possibilità che si verifichi chetosi nella cavia.